QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 19°34° 
Domani 16°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 27 agosto 2016

Sport lunedì 04 gennaio 2016 ore 14:58

Arci Pesca chiude il 2015 ai vertici

L'associazione ha vissuto un anno ricco di grandi affermazioni sportive e sociali: titolo italiano alla nascita del settimo circolo e tanti traguardi

AREZZO — Dalla vittoria del titolo italiano alla nascita del settimo circolo, l'associazione ha confermato la vitalità e le potenzialità della pesca sul territorio provinciale, mantenendo attivo il proprio impegno nonostante da oltre un anno sia priva di risorse economiche e di riferimenti istituzionali per il vuoto creato dal passaggio delle competenze su questa disciplina dalla Provincia alla Regione. Per sopperire a tale situazione sono risultati fondamentali i circoli presenti nelle varie vallate che si sono confermati un punto di riferimento aggregativo e sportivo per tutti i cinquecento pescatori dell'Arci Pesca Fisa.

Tra questi ha brillato soprattutto l'Nsps Terranuovese Colmic che con i suoi atleti si è portata ai vertici delle classifiche nazionali e regionali. Il risultato più importante è indubbiamente lo storico primo successo nel Campionato Italiano a Box che ha consacrato i pescatori valdarnesi come i migliori della penisola davanti a realtà storiche e ben più titolate. Nel Campionato Toscano, invece, è arrivata la conferma tra le realtà d'eccellenza della regione con il secondo posto alle spalle dei pisani del Valdelsa, mentre a livello individuale è stato festeggiato il primo e il terzo posto nel campionato provinciale Carpa-Lago.

Il 2015 è stato anche l'anno della nascita del settimo circolo provinciale alle Chianacce a Foiano che si aggiunge a quelli già attivi in Valdarno, in Casentino e in Valdichiana. Una diffusione tanto capillare permette di mantenere vive tutte le attività svolte dall'Arci Pesca Fisa di Arezzo per la tutela dell'ambiente fluviale: il costante servizio di vigilanza ittica, l'apertura della pesca sul torrente Corsalone e la gestione dell'impianto ittiogenico di Carda per l'allevamento delle trote-fario utilizzate per ripopolare i corsi d'acqua della provincia.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità