QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 21°24° 
Domani 18°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 giugno 2016

Attualità mercoledì 16 marzo 2016 ore 11:35

Una lista nera delle zone critiche della città

Anna Lapini

La Confcommercio sollecita la necessità di avere una mappatura delle zone critiche della città tenendo conto dell’aumento di furti nell’ultimo periodo

AREZZO — “L’esempio di piazza Sant’Agostino è sotto gli occhi di tutti: dopo alcuni anni felici, seguiti alla sua ristrutturazione, con i commercianti impegnati a farla diventare la piazza delle famiglie e dei giovani, adesso sta nuovamente scivolando in una zona d’ombra. Le notizie confermano purtroppo la presenza di spacciatori; atti di vandalismo e inciviltà sono diventati all’ordine del giorno”, dice Anna Lapini, che per la Confcommercio nazionale è incaricata a seguire i temi della legalità e della sicurezza.

Oltre a piazza Sant’Agostino, nella lista nera delle segnalazioni dei commercianti aretini ci sarebbero anche piazza Guido Monaco e Campo di Marte, poi via Madonna del Prato e via Vicolo Pietro da Cortona.

“Ci segnalano un triste via vai di giovanissimi coinvolti nello spaccio di sostanze stupefacenti, poi atti di vandalismo praticamente puntuali nel fine settimana, a danni dei locali e dei negozi - racconta Anna Lapini - Non dimentichiamo che si tratta di zone in pieno centro, dove insistono molte strutture ricettive. In ballo ci sono molte questioni, non solo la sicurezza dei cittadini e di chi lavora, ma anche l’immagine della città e la qualità di vita che possiamo offrire ai turisti”.

“La nostra fiducia nelle forze dell’ordine è piena e totale e apprezziamo anche l’impegno dimostrato dall’Amministrazione Comunale e dalla Polizia Municipale” - sottolinea la presidente Lapini, “sentiamo però con urgenza il bisogno di fare il punto della situazione insieme al Prefetto e alle forze che coordina sul territorio. Mettiamo volentieri a disposizione le informazioni che ci arrivano dai nostri associati per ricomporre una sorta di mappa delle aree critiche in città, sulla base della quale le forse dell’ordine decideranno come intervenire”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cultura