QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 21°31° 
Domani 22°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 giugno 2017

PAROLE IN VIAGGIO — il Blog di Tito Barbini

Tito Barbini

In primo piano per decenni, nella politica italiana, all’improvviso non ne senti parlare più. Chiedi e nessuno sa darti notizie. Poi scopri che ha fatto una cosa che molti vorrebbero fare, ma sognano soltanto: dare lo stop alla vita di sempre e partire. Tito Barbini, classe 1945, sindaco di Cortona a 24 anni, poi presidente della Provincia di Arezzo, infine per 15 anni assessore regionale prima all’Urbanistica e poi all’Agricoltura, amico personale di Francois Mitterand. Si mette dietro le spalle tutto questo e intraprende un viaggio lungo cento giorni, che lo porta dalla Patagonia all’Alaska. Cento giorni a piedi e in corriera, per bagaglio uno zaino. Da allora attraversa confini remoti e racconta i suoi viaggi e i suoi incontri nei libri. E’ ormai, a tempo pieno, scrittore di viaggi. Più di dieci libri, non solo geografia fisica, paesaggi e luoghi, ma geografia della mente. In Patagonia o nel Tibet, un mondo altro, fatto di dolori, speranze, delusioni. Nel 2016 è uscito il libro "Quell’idea che ci era sembrata così bella - Da Berlinguer a Renzi, il lungo viaggio"

Risalendo il Mekong

di Tito Barbini - sabato 14 gennaio 2017 ore 19:56

Il sole tramonta all’improvviso nel grande fiume dell'Asia. E’ il momento più bello della giornata, anche se non è facile abituarsi alla vita del fiume.
Clima afoso, sempre eguale, non ci sono quasi stagioni in questa parte del mondo.
Il caldo bagna la pelle e il mare lo ascolti solo poche volte. Succede quando un refolo di aria fresca interrompe l’incessante ronzio delle zanzare e smuove l’odore della terra inzuppata di umidità.

Non è stagione di piogge questa. Di tanto in tanto durante il giorno, il sole gioca con le nuvole gravide di acqua. Cambia anche il colore del fiume. Non so in quale braccio del Mekong mi trovo adesso ma il fiume è possente e gonfio, trascina via di tutto e tutto porta verso il delta.

Ogni tanto vedo sfilare davanti a me isole di fiori bianchi in corolle di foglie verdissime. Grasse e rigogliose, sono bellissime.
Eccolo qui il fiume che attraversa la vecchia Indocina, parte dal Tibet attraversa la Cina, il Laos, la Birmania , la Cambogia e infine il Vietnam. Trascina di tutto nel
suo lungo percorso . Dalle carogne dei bufali e dei cani alle bolle velenose delle discariche degli agglomerati civili e industriali e, non moltissimi anni fa , portava anche i cadaveri raccolti lungo i conflitti dei paesi attraversati.

Devo abituarmi a questo fatto di un Mekong tra i fiumi più inquinati del mondo. Sono ormai diversi anni che, a periodi alterni, vengo da queste parti. D'altronde, ne sono certo,il Fiume Mekong, fra tragedia e incanto, mi darà alcune buone indicazioni e anche tante fotografie per rimettere le mani su quel libro "I giorni del riso e della pioggia" che l'editore ha deciso di ristampare.

Tito Barbini

Articoli dal Blog “Parole in viaggio” di Tito Barbini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cultura