QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 10°26° 
Domani 24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 26 settembre 2016

Attualità venerdì 08 gennaio 2016 ore 18:50

Faccia a faccia risparmiatori-nuove banche

Commenti discordanti al termine dell'incontro fra le vittime del salva-banche e i vertici di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e CariChieti

ROMA — "Non ci sono novità rispetto a quello che sapevamo già: il fondo di solidarietà rimane l'unica soluzione - ha dichiarato la portavoce del comitato dlele vittime del decreto salva-banche, Letizia Giorgianni - Le banche non si spostano rispetto a quanto formalizzato dal decreto".

Uno spiraglio di confronto è comunque emerso.

"Non possiamo parlare di dialogo ma un contatto c'è stato - ha ammesso Giorgianni - Le banche si atterranno alle disposizione dell'Unione Europea e non potranno andare oltre le loro possibilità. Chiediamo al governo di modificare il decreto e continueremo a protestare nelle sedi governative, davanti a Bankitalia e alle sedi degli organi che non hanno vigilato".

"Le banche hanno confermato anche in questa sede un'ampia disponibilità a confrontarsi su tutte le posizioni emerse - si legge invece in una nota di Banca Etruria, Banca Marche, Cassa di risparmio di Ferrara e CariChieti - ribadendo la priorità di supportare i risparmiatori più bisognosi, nel pieno rispetto delle responsabilità di ciascun attore coinvolto e del quadro normativo".

"Siamo molto soddisfatti di quest'incontro, abbiamo a cuore i risparmiatori - ha dichiarato invece Maria Pierdicchi, consigliera indipendente delle 4 banche - Risposte concrete sui criteri dei rimborsi saranno contenuti nel decreto interministeriale che il governo dovrà emanare quanto prima con l'obiettivo comune di accellerare sulla definizione delle norme per andare incontro ai risparmiatori. Da parte nostra garantiamo massima collaborazione".

"Dall'incontro di oggi è emerso molto fumo, niente arrosto e promesse di piccole e offensive elemosine ai più bisognosi - hanno scritto in una nota di Elio Lannutti, presidente di Adusbef, e di Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori - I risparmiatori truffati e espropriati dagli omessi controlli delle autorità vigilanti Consob e Bankitalia hanno diritto ai rimborsi integrali, senza distinzione fra obbligazionisti e azionisti. Continueremo le nostre battaglie legali".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità