QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 9° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 13 dicembre 2017

Cronaca lunedì 04 dicembre 2017 ore 08:54

Etruria, indagini sul ricorso al credito abusivo

Le nuove accuse riguardano la vendita di obbligazioni rischiose nel 2013. Una ventina gli indagati, fra cui Pierluigi Boschi

AREZZO — Ci sarebbe un nuovo capo di imputazione nel filone d'inchiesta sul crac di Banca Etruria che riguarda la vendita, nel 2013, di obbligazioni rischiose anche a risparmiatori non adeguatamente informati e senza fornire gli organi di vigilanza un quadro completo del dissesto della banca: il ricorso abusivo al credito, in aggiunta al reato di falso in prospetto.

La notizia è stata rilanciata dal quotidiano La Verità. Gli indagati sarebbero in tutto una ventina: i membri del consiglio di amministrazione guidato da Giuseppe Fornasari, compreso Pierluigi Boschi, padre della sottosegretaria alla presidenza del consiglio Maria Elena, il collegio sindacale, il gd Luca Bronchi. 

L'indagine sarebbe nata dopo le sanzioni per due milioni e ottocentomila euro contestate dalla Consob agli ex vertici di Banca Etruria per la gestione dell'istituto dal 2012 al 2014 e in particolare per i prospetti informativi predisposti per i risparmiatori. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità