QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 10° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 gennaio 2018

Cultura mercoledì 10 gennaio 2018 ore 17:15

Alla scoperta del De Chirico scultore

​A 130 anni dalla nascita e a 40 anni dalla morte di Giorgio de Chirico, la città lo ricorda con una mostra del suo lavoro meno noto: la scultura



AREZZO — L'esposizione "Giorgio De Chirico - La scultura", a cura di Fabio Migliorati per la Provincia di Arezzo è promossa dall'Associazione Culturale Arezzo Ars Nova, e sarà inaugurata sabato 13 gennaio 2018 alle ore 18.00 presso l'atrio d'onore del Palazzo della Provincia di Arezzo, con il patrocinio del Consiglio della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo, della Camera di Commercio di Arezzo, e il sostegno di Chimet e Centro Chirurgico Toscano. 

La mostra è realizzata con la collaborazione di Casa d’aste Farsetti, Poleschi Arte, Galleria Tega, e di collezionisti privati. Fabio Migliorati, con la collaborazione di Giuseppe Simone Modeo, ha scelto il suggestivo ambiente di un salone affrescato quale veste per evidenziare l'origine di un linguaggio che oggi, dalla seconda metà del Novecento, è divenuto riferimento iconografico e perfino stilema. L'uso dell'immagine adottata da Giorgio De Chirico è ancora capace di pronunciare un discorso linguistico varato sulla traccia del simbolo che, dal nulla dell'ordinario, diventa l'unicità straordinaria del tutto. In effetti per l'artista era fondamentale il "riconoscere" come azione della conoscenza, e quindi l'autore più vaticinante del XX secolo "sapeva" poiché poteva tradurre in modo nuovo il quotidiano.

All'inagurazione, in programma alle 18, parteciperanno Lucia De Robertis (Vicepresidente Consiglio Regione Toscana), Roberto Vasai (Presidente Provincia di Arezzo), Pasquale Giuseppe Macrì (Arezzo Ars Nova), Andrea Sereni (Vicepresidente Camera di Commercio italiana), Fabio Migliorati (Critico d'arte e Curatore). 

La mostra sarà visitabile fino al 4 marzo 2018.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca