QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 21° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 21 settembre 2017

Attualità martedì 19 gennaio 2016 ore 14:55

Settore orafo, accordo tra Fiere Vicenza e Arezzo

Si rafforza l'alleanza tra Fiera di Vicenza e Arezzo Fiere e Congressi per l'integrazione e lo sviluppo del sistema fieristico nel settore orafo

AREZZO — Lo strategico accordo è stato siglato con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico per valorizzare uno dei comparti più importanti del Made in Italy e segue una prima intesa sottoscritta a gennaio 2015, punta a potenziare il settore aumentando le occasioni di business per gli operatori e favorendo l'internazionalizzazione delle aziende. 

L’accordo prevede la gestione coordinata del calendario fieristico del comparto per il biennio 2016-2017 e, come obiettivo finale, la creazione di un'unica piattaforma fieristica per il settore orafo-gioielliero italiano.

Il settore orafo in Italia conta 9mila imprese e 32mila addetti, un fatturato di circa 6,9 miliardi di euro(2014), un export di oltre 6 miliardi e un saldo commerciale positivo di 2,9 miliardi. Per livelli di fatturato, l'oreficeria è la quarta voce dell'intero comparto moda-accessori. Nei primi 9 mesi del 2015 il valore delle esportazioni italiane riferita alla gioielleria preziosa è cresciuto dell'11% rispetto al medesimo periodo del 2014, sfiorando i 4,2 miliardi di euro.

Matteo Marzotto, presidente di Fiera di Vicenza, ha spiegato: "L'accordo siglato rappresenta un nuovo importante passo verso la nascita di un vero e proprio player fieristico italiano del settore orafo-gioielliero. Vicenza e Arezzo, nuovi ambasciatori di un più sinergico e moderno ''fare fiera'', uniscono le proprie diverse esperienze, competenze e network di relazioni per essere ancor più al servizio delle imprese e di tutti gli operatori del comparto”.

Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere e Congressi, ha affermato: "Avere armonizzato i calendari è il requisito indispensabile per evitare dispersioni nella promozione della filiera italiana dell'oro e del gioiello. Questo è il primo passo chiave di una collaborazione ancora più ampia, che apre nuovi scenari di sinergie e azioni, ma è soprattutto la premessa per essere il punto di riferimento, per qualità ed offerta, relativamente alla promozione che ruota attorno al mondo del gioiello".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

arezzo

Imprese & Professioni

Cronaca

Attualità