QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 25° 
Domani 24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 28 settembre 2016

Attualità sabato 02 gennaio 2016 ore 17:39

Previsioni sui saldi invernali 2016

Anche in provincia di Arezzo, come in tutta la Toscana, si apriranno ufficialmente martedì 5 gennaio per concludersi il 4 marzo dopo sessanta giorni

AREZZO — Buone le aspettative dei commercianti: “L'inverno finora molto caldo ha rallentato le vendite dei capi e delle calzature pesanti, questi primi giorni di freddo dovrebbero smuovere gli acquisti”, anticipa il presidente provinciale di Federmoda Confcommercio Paolo Mantovani.

Secondo la Confcommercio aretina il budget destinato ai saldi dovrebbe restare lo stesso dello scorso inverno, ovvero circa 396 euro a famiglia, comunque superiore di 4 euro rispetto al 2014, “Ci aspettiamo un buon movimento, in considerazione degli acquisti rimandati finora per motivi climatici - sottolinea Mantovani - l’attesa del pubblico c’è, in molti fanno pressione per ottenere prezzi tagliati”.

Secondo Federmoda nazionale, le vendite a prezzo pieno sono calate di circa il 40 per cento rispetto al 2009. Su dieci cappotti, oggi solo due vengono venduti a prezzo pieno, gli altri otto a saldo. E questo, ovviamente, taglia i margini di guadagno necessari a mandare avanti l'attività. Ma, d’altra parte, esistono consumatori sempre alla ricerca del miglior affare, abituati ormai ad ottenere sconti tutto l’anno.

Sul versante delle tendenze, il presidente della Federmoda aretina rileva alcune novità: “Il ritorno dei tessuti naturali soprattutto nei cappotti, che stanno spodestando i piumini, dopo che questi hanno dominato gli inverni di uomini e donne per 5 anni. Poi c’è il fatto che la moda non è più subita dalle persone, ma agita. Ovvero, non esiste più il total look massificato di un tempo, così come non ci sono linee stilistiche condivise e sempre uguali a se stesse. Le persone possono scegliere in una vasta gamma di proposte che rispecchiano ogni personalità e ogni stato d’animo”.

Le collezioni dell’inverno 2015-2016 hanno avuto una doppia anima nelle nuances: da una parte il rigore degli abbinamenti bianco-nero-grigio, dall’altra la vivacità dei colori pieni, che hanno contaminato anche capi finora “intoccabili” come le pellicce.

“Sono tendenze trasversali, che dai vestiti passano agli accessori, e sono molto apprezzate perché ognuno può trovare quello che più si confà alla sua voglia di esprimersi - prosegue Paolo Mantovani - la moda, insomma, oggi ha molte anime e va verso una individualità sempre più marcata. Per il consumatore è un messaggio molto rassicurante perché si sente riconosciuto, quali che siano i suoi gusti, la sua età, il suo fisico”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

Attualità