Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:35 METEO:AREZZO14°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lutto nazionale e poteri a interim a Mokhber: il messaggio di Khamenei per la morte di Raisi

Cronaca venerdì 13 ottobre 2023 ore 14:37

Bar chiuso dopo gravi episodi di violenza

Provvedimento adottato dopo che un uomo e una donna sono stati feriti con un coltello. Feriti, aggressore e testimoni erano avventori del locale



AREZZO — Il Questore di Arezzo, Maria Luisa Di Lorenzo, ha sospeso da oggi e per quindici giorni la licenza di somministrazione di alimenti e bevande di un bar del Corso Italia ad Arezzo.

Il provvedimento di sospensione dell’attività è stato adottato a seguito di un grave episodio di violenza avvenuto nella nottata di domenica scorsa 8 ottobre appena fuori del pubblico locale, dove due ragazzi, un uomo ed una donna, sono stati feriti, rispettivamente al torace e alla mano riportando prognosi di 15 e 10 giorni, con un coltello da parte di un altro giovane. A seguito della ricostruzione dei fatti avvenuta grazie alle informazioni assunte dal personale delle Volanti intervenuto sul posto, è emerso che le persone coinvolte - feriti, aggressore e testimoni - erano tutti avventori del suddetto locale in cui qualche ora prima si erano ritrovati, taluni per festeggiare il compleanno di colui che poi si è rivelato l’aggressore, mentre altri per trascorrere come di consueto la serata. Purtroppo, durante la stessa si sono creati momenti di tensione e discussioni che hanno visto coinvolta pure la barista e che sono poi sfociati nel successivo grave episodio di violenza.

L’ordine del Questore trova la sua motivazione nell’esigenza di tutelare l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, in modo da garantire un’immediata tutela della collettività mediante l’emanazione del provvedimento di sospensione dell’autorizzazione, il cui ritardo potrebbe ulteriormente pregiudicare gli interessi pubblicistici. Inoltre, il provvedimento mira anche a privare persone gravate da pregiudizi di polizia, o che comunque possono arrecare una turbativa all’ordine pubblico o alla pacifica convivenza sociale, di un luogo di abituale aggregazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno