Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO15°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Attualità mercoledì 15 novembre 2023 ore 12:50

In arrivo contributi per le scuole aretine

Tanti “Contributi per 413mila euro. Più libertà, più opportunità, più equità: la scuola fa ancora la parte del leone”



AREZZO — “Un contributo di oltre 400mila euro per i nidi e le scuole dell'infanzia sia private convenzionate che municipali e per le scuole elementari e medie statali in favore degli istituti comprensivi.

In particolare le risorse sono state destinate per le attività di pre e post scuola con il progetto "Pomerigginsieme" a cui si aggiunge un fondo per le scuole che lo richiedono a sostegno delle attività per i bambini e le bambine che vivono in famiglie meno abbienti ed in contesti di fragilità, e per l'abbattimento rette per le famiglie con maggiori difficoltà economiche, al fine di garantire a tutti la libertà di scegliere i servizi educativi, siano essi municipali o del privato accreditato. A ciò si aggiungono i 95mila euro per le scuole dell'infanzia paritarie. Il contributo è disciplinato dalla convenzione stipulata tra il Comune di Arezzo e la FISM provinciale, Federazione italiana scuole materne, per regolare i rapporti con le scuole materne non statali gestite da enti privati senza scopo di lucro e finalizzata all'ottenimento del contributo regionale appositamente stanziato secondo la L.R. 32/2002. Il contributo è interamente sostenuto da risorse comunali ed è destinato al servizio mensa, trasporto, sussidi didattici, attività educative e altri interventi.
Come avevamo già detto, abbiamo aumentato la somma destinata alle scuole dell'infanzia paritarie seguendo il principio dell'offerta di maggiori opportunità e della libertà di scelta educativa. Si tratta di andare incontro ad un diritto delle famiglie, in particolare di quelle con minori possibilità economiche che grazie a questo contributo potranno avere la possibilità di accedere agli istituti privati, il tutto senza nulla togliere alle scuole municipali e statali i cui investimenti sono sempre crescenti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno