Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:32 METEO:AREZZO12°27°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, Giuliano Sangiorgi riceve la chitarra di Pino Daniele dal figlio e si commuove

Attualità mercoledì 22 maggio 2024 ore 17:45

​YouTopic: a Rondine per ritrovare fiducia

I protagonisti del mondo diplomatico, giornalistico, dell’economia, della cultura e dello spettacolo abiteranno la Cittadella della Pace



AREZZO — Liliana Segre, Claudio Bisio e PIF, Michele Serra, Pera Toons, Daniele Mencarelli e Gherardo Colombo sono solo alcuni dei protagonisti che animeranno l’ottava edizione di YouTopic Fest, il Festival internazionale sul conflitto, che si svolgerà a Rondine Cittadella della Pace (Loc Rondine 1, Arezzo) da giovedì 30 maggio a sabato 1° giugno 2024.

Tre giorni disarmanti per ritrovare la fiducia, per andare insieme alle radici della fiducia e capire perché valga la pena correre il rischio di mettersi in gioco e scommetterci ancora. Questo è il tema dell’ottava edizione di YouTopic Fest, presentata questa mattina in conferenza stampa presso l’Ufficio scolastico territoriale di Arezzo.

Saranno tre giorni per condividere la ricchezza di Rondine, per praticare la relazione e mettersi in ascolto a partire dalla testimonianza dei giovani coraggiosi di Rondine che imparano a confrontare punti di vista opposti ma senza accanirsi l’uno contro l’altro proprio grazie al legame dell’amicizia”. Ha dichiaratoFranco Vaccari, Presidente di Rondine. “Allora il nostro compito è quello di abbracciarli e sostenere quest’amicizia e camminare con loro anche simbolicamente nella marcia per la pace che apre il festival”.

Tra gli interventi anche quello di Lucia Tanti, vicesindaco di Arezzo. “Rondine è del mondo ma è ad Arezzo e il Comune la sostiene in questa progettualità come nel suo impegno quotidiano rispetto a quella necessità intelligente di aiutare e insegnare come si gestisce il conflitto che fa parte del genere umano affinchè possa non sfociare in quella che è la sconfitta dell’umanità ovvero è la guerra. Il fatto che Rondine rappresenti un patrimonio comune fuori dagli schieramenti è un elemento al quale il Come di Arezzo tiene moltissimo. Per questo il nostro appello è che gli aretini partecipino a questa iniziativa, perché non è un’esperienza solo per i ragazzi ma può essere un contributo grande per ognuno di noi”.


Appello che è arrivato anche da mons. Andrea Migliavacca vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro “Invito tutti a partecipare e a vivere queste belle giornate di festa e riflessione a Rondine. Si tratta di giornate di incontro sul tema della pace, della risoluzione del conflitto, delle strade del dialogo a cui tutti siamo chiamati, in particolare in questi nostri tempi. Vorrei in modo particolare invitare i giovani a partecipare alla marcia della pace verso Rondine il 30 maggio al mattino – continua il Vescovo – Sono i giovani della nostra diocesi che mi fa piacere invitare. Con loro camminerò anch'io, cammineremo insieme. Cercheremo di testimoniare e parlare di pace, soprattutto lo faremo incontrandoci tra di noi e vivendo una giornata di pace e fraternità. Ringrazio Rondine per questa iniziativa, è un tesoro grande che abbiamo nella nostra diocesi”.

Non è mancato il messaggio di Roberto Curtolo, dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana che ha ospitato la conferenza stampa e ha contribuito alla realizzazione del festival invitando le scuole alla partecipazione. “I nostri studenti, docenti, dirigenti e la scuola tutta vivono un momento storico dove il clima di guerra, violenza e conflitti pervade i loro animi”. Afferma Curtolo. “Mai come in questi anni una giornata dedicata alla pace e alla fiducia gli uni verso gli altri è sicuramente un momento di riflessione indispensabile per praticare il dialogo, l’ascolto e rafforzare la coscienza civile delle giovani generazioni, educando alla cultura della pace. Ringraziamo fortemente Rondine per l’organizzazione del YouTopic Fest e il Comune e la Consulta studentesca di Arezzo per il supporto e la promozione di questi valori di cui è sentito il bisogno”.

E anche la Consulta Provinciale degli Studenti, come negli anni precedenti, collabora all’inaugurazione di YouTopic Fest del 30 maggio, promuovendo la partecipazione degli studenti sia alla marcia della pace che agli incontri del pomeriggio. “Da 3 anni la CPS Arezzo ha siglato con Rondine un vero e proprio patto di collaborazione reciproca - si legge nella nota della Consulta – che rappresenta un vero e proprio patto di “fiducia tra pari”, studenti aretini, studenti del 4° anno di eccellenza e studenti internazionali; solo se verrà data fiducia ai giovani ci sarà pace e speranza e noi ragazzi vogliamo dirlo forte”.

Nell’occasione è stato presentato il programma del festival disponibile su sito https://youtopicfest.rondine.org/ attraverso il quale sarà possibile iscriversi alle giornate o ai singoli eventi e partecipare gratuitamente all’iniziativa. Incontri, dibattiti, workshop, mostre, spettacoli, attività culturali e sportive in un borgo medievale virtualmente iperconnesso con il mondo. Tra i temi di quest’anno cittadinanza attiva, innovazione sociale, politica, diplomazia popolare, economia, scuola, ambiente, sostenibilità, comunicazione, per affrontare le grandi sfide odierne a partire dai conflitti e da relazioni rinnovate, allo scopo di costruire la pace.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno