comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:AREZZO16°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 29 ottobre 2020
corriere tv
Piazze in fiamme in Italia: guerriglia da Nord a Sud contro il Dpcm

Sport lunedì 12 ottobre 2020 ore 07:05

L'Arezzo prende tre sberle e la classifica piange

Amaranto mai pericolosi. La difesa si fa imbucare dalle ripartenze degli ospiti. Cutolo si danna l'anima, Pesenti ancora non punge e Merola non incide



AREZZO — Adesso la situazione diventa seria. Quattro partite giocate e un solo punto in classifica. Quello che più brucia, oltre alla sonora sconfitta per 3 a 0 rimediata al Comunale contro la "modesta" Virtus Verona, è che l'Arezzo non ha mai tirato in porta. O meglio, lo ha fatto con il solito Cutolo che ci prova da tutte le parti e poco più. Una sola grande occasione con Bonaccorsi nel primo tempo che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, non ha trovato il tempo giusto per battere a rete. Troppo poco per una squadra che vuol dominare e soprattutto deve fare punti

L'Arezzo fa gioco, si vede che un'idea di calcio c'è ma poi finisce tutto a 30 metri dalla porta avversaria.

Questo è l'aspetto più inquietante visto nella partita di oggi. Gli amaranto non pungono.

La Virtus Verona non è più forte dell'Arezzo, sebbene il risultato finale induca a crederlo, è solo stata più concreta e determinata.

Ma questa carenza gli amaranto l'hanno già manifestata. In 4 gare di campionato l'Arezzo è stata pericolosa pochissime volte con i portieri avversari spesso spettatori non paganti.

Insomma, l'attacco amaranto è forte, ha nomi roboanti ma in campo  non trovano mai l'occasione per "fare male". 

Anche a metà campo le cose non vanno benissimo, anche se probabilmente è il reparto più in forma della squadra. Males è un faro che gioca palloni sublimi ma Potenza continua a sostituirlo. Forse la condizione fisica non è ancora al top ma il regista arretrato appare indispensabile per far girare la squadra. Foglia e Luciani sono le solite certezze, ancora non in piena forma ma si fanno sentire. 

In difesa i punti interrogativi più grandi. Gli avversari bucano con troppa facilità la retroguardia amaranto che commette ancora troppe ingenuità. 

Nella prima rete il centrale amaranto viene scavalcato da una palla lenta mentre  nell'occasione del rigore l'errore è stato commesso in uscita, quando Maggioni si è fatto scippare con troppa facilità la palla che è finita al centravanti avversario prima di essere falciato davanti al portiere.

Certo, giocare ogni tre giorni non aiuta e si vede che la squadra avrebbe bisogno di più amalgama. Il campionato è appena iniziato ma adesso occorre mettere da pare il bel gioco per portare a casa qualche risultato. 

Insomma, l'Arezzo è il fanalino di coda di questa classifica. Adesso servono i punti e mister Potenza deve avere le idee chiare per portare fieno in cascina.

Mister Fresco al termine di Arezzo-Virtus Verona 0-3
Mister Potenza al termine di Arezzo-Virtus Verona 0-3


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità