Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:AREZZO21°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L’esplosione in una fabbrica di Taiwan provoca un'enorme palla di fuoco
L’esplosione in una fabbrica di Taiwan provoca un'enorme palla di fuoco

Cronaca giovedì 08 aprile 2021 ore 17:19

Rapine e furti, arrestati i finti carabinieri

In manette 8 persone di origini sinti, ritenute gli autori di vari colpi nel centro Italia, tra cui quello ad una coppia di Castiglion Fiorentino



SIENA — Sono stati arrestati i finti carabinieri che nei mesi scorsi hanno effettuato diversi colpi tra Toscana, Lazio, Marche e Umbria, fermando ignari cittadini per controlli che in realtà si rivelavano rapine.  

La banda è stata sgominata dai carabinieri di Siena con un decreto emesso dalla procura senese nei confronti di 8 persone legate ad una banda di etnia sinti che non solo effettuava rapine, ma anche furti e ricettazione. Sono 19 gli indagati. 

Le indagini, coordinate dal Procuratore capo della Repubblica Salvatore Vitello e dal sostituto procuratore Siro De Flammineis, hanno preso il via grazie ai carabinieri di Castelnuovo Berardenga, che hanno analizzato alcuni colpi messi a segno l'anno scorso nel Senese. E le analisi hanno effettivamente portato a galla l'esistenza di una banda criminale molto strutturata e dedita a delinquere in tutta Italia. 

Tra gli episodi riconducibili alla banda, anche 2 rapine in provincia di Siena e Arezzo e furti tra Siena e Macerata. Particolare impressione suscitò lo scorso gennaio la rapina nell'Aretino, nella frazione di Badicorte (Marciano), quando i finti carabinieri fermarono marito e moglie di Castiglion Fiorentino, minacciandoli, colpendoli e derubandoli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno