Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO15°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità venerdì 09 aprile 2021 ore 16:10

“Roghi in aziende, gli imprenditori hanno paura”

Incendio alla Lem Industries

Incendi alle fabbriche Valentino e Lem, Tarquini (Confindustria): “Intensificare sicurezza, il comparto non può permettersi altri episodi del genere”



LEVANE — Ora c’è anche la paura. Gli imprenditori e i tanti lavoratori dell’area industriale di Levane sono spaventati. I due incendi che si sono verificati nell’arco di una settimana e che hanno distrutto gli stabilimenti della Valentino Shoes (all’alba del due aprile) e della Lem Industries (la notte scorsa) hanno scosso tutti, compresi titolari e dirigenti delle altre fabbriche che si trovano nella zona, intorno a via Valiani, alla periferia della frazione di Bucine.

Preoccupazioni e timori di cui si fa portavoce Alessandro Tarquini - responsabile di Confindustria Toscana Sud Delegazione di Arezzo – che questa mattina, insieme al presidente della Provincia di Arezzo ha incontrato il prefetto di Arezzo Palombi per fare il punto della situazione e chiedere maggiori controlli sul territorio (vedi articolo collegato).

Siamo vicini alla proprietà delle aziende e alle rispettive maestranze. Il pronto intervento dei Vigili del Fuoco è riuscito ad evitare che l’incendio si propagasse anche alle imprese circostanti – dice Tarquini – la paura del tutto giustificata degli altri imprenditori locali in questo momento è tanta". 

"Abbiamo richiesto al Prefetto di intensificare, già da stasera, le misure di sicurezza nella zona industriale di Levane, con presidii notturni speciali delle forze dell’ordine per garantire maggiore controllo alle aziende dell’area. Il nostro sistema economico – aggiunge il rappresentante di categoria - non può permettersi altri episodi come quello verificatosi stanotte. Apprezziamo molto la disponibilità mostrata dal Prefetto e confidiamo in indagini celeri che permettano di individuare la causa di questi gravi eventi”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno