Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità mercoledì 09 settembre 2020 ore 10:01

Prima un boato poi la scossa e la paura

Momenti di terrore nella serata di ieri in paese, molta gente è scesa in strada. Questa mattina i controlli del Comune a edifici e nelle scuole



SAN GIOVANNI — Un boato e subito dopo un forte movimento sussultorio. Erano circa le 22,20 di ieri sera quando il terremoto ha scosso San Giovanni. Il forte rumore che ha preceduto di pochi istanti il sisma ha svegliato chi era già a letto e messo in allarme chi era ancora davanti alla tv. Istintivo alzare lo sguardo, ma – come hanno raccontato in molti - i lampadari non si sono mossi e lì per lì in quella brevissima frazione di tempo non hanno pensato a un terremoto: la scossa che ha seguito il boato non è stata infatti ondulatoria e chi si trovava in piedi ha avvertito sobbalzare il pavimento ma non ha notato oscillazioni. Poi la paura e l’istinto di correre fuori. Molte persone – dall’Oltrarno al quartiere di Ponte alle Forche - sono scese in strada aspettando il ritorno della normalità e sperando che tutto fosse finito lì. Si è poi saputo che la scossa è stata di magnitudo di 2,4 e con epicentro a nord est di San Giovanni: nelle località vicine comunque la scossa non è stata avvertita.

Questa mattina i tecnici del Comune hanno effettuato un sopralluogo per controllare gli edifici pubblici e le scuole, per accertare che non vi siano stati danneggiamenti alle strutture.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno