Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità lunedì 15 febbraio 2021 ore 16:50

"La Madonna mi sorrideva mentre stavo male"

Il cardinale Bassetti ricorda i giorni della malattia, quando si affidava alla Vergine Maria. "Era luminosa, non l'avevo mai vista così bella"



AREZZO — E' emozionato. Rivedere la Madonna del Conforto dopo essersi affidato a lei nei momenti bui della malattia è stato molto toccante per il cardinale Gualtiero Bassetti.

Il presidente della Cei ha ricordato le preghiere che rivolgeva alla Madonna del Conforto mentre si trovava in Rianimazione. "Ad un certo punto mi è apparsa. Non l'avevo mai vista così bella. Era luminosa e sorridente. In quei momenti ho affidato la mia anima a lei e la Provvidenza ha voluto che rimasse qua tra la mia gente".

Quando il cardinale Bassetti pronuncia queste parole si nota nel suo volto gioia, serenità e tanta emozione. E' stato per oltre 11 anni alla guida della Diocesi aretina e con la Madonna del Conforto ha sempre avuto un rapporto particolare. Ha imparato a venerarla come gli aretini e come gli aretini si è affidato a lei nel momento del bisogno.

Bassetti, poi, parla della Quaresima e sottolinea come ciò che avviene quest'anno sia scandito dalla Divina Provvidenza. "Non faremo nulla di particolare. Prendiamo le limitazioni imposte dalla pandemia come la punizione da svolgere".

Poi, il presidente della Cei ricorda come sia importante riscoprire certi valori fondamentali per la fede ma anche per l'umanità. "Durante il periodo del dopo Guerra eravamo sfollati, ma siamo sopravvissuti perché condividevamo i beni. Questa Quaresima ci deve dare una grande lezione. Più si condivide e più si moltiplica. Mettere a disposizioni degli altri un proprio avere e usufruire del bene altrui deve essere un punto di ripartenza".

Anche il cardinale Parolin parla della Quaresima e della necessità di "ritornare al Signore". A tal proposito fa la parafrasi della ruota dove, "al centro c'e Dio mentre gli uomini sono i raggi che, più si avvicinano tra loro e più si avvicinano a Dio".

Relativamente all'emergenza sanitaria il Segretario di Stato di Sua Santità ha ammesso che la pandemia ha creato difficoltà alla Chiesa. "C'è sofferenza nell'affrontare questa situazione ma è anche un'opportunità che ci deve far riflettere sulle nostre fragilità, vulnerabilità. E' uno spiraglio che ci deve far riavvicinare a Dio".

Parolin, poi, ha sottolineato come questo momento difficile abbia messo in luce la necessità per la Chiesa di modificare certe abitudini, dando maggior impulso agli incontri personali con la gente. "In questa situazione diventa impossibile una Pastorale di massa. E' importante tornare ad incontrare la gente che, così facendo, si sente accolta e accettata".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Il Cardinale Bassetti parla del suo profondo legame con la Madonna del Conforto
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno