Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO14°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Attualità giovedì 27 aprile 2017 ore 16:01

"Approvata variante al regolamento urbanistico"

Adottata dal Consiglio Comunale su proposta del sindaco Alessandro Ghinelli una variante al regolamento urbanistico per il primo stralcio attuativo della cosiddetta Area strategica Catona



AREZZO — Sorgerà una nuova lottizzazione in un’area compresa tra viale Santa Margherita e la Catona, limitrofa a via Tarlati e dunque a un ambito già edificato, con possibilità di dare anche una sistemazione viaria a un'area importante a nord della città”. Si tratta di 3.300 metri quadrati di superficie residenziale e dunque di potenzialità edificatoria che i proprietari dei terreni hanno ottenuto come compensazione dell’indennità dovuta dal Comune per l’esproprio delle aree dove è stato realizzato, presso la rotatoria di via Tarlati, il parcheggio scambiatore.

Si chiude inoltre l’iter, su proposta dell’assessore all’ambiente Marco Sacchetti, del Piano territoriale per la minimizzazione dell’esposizione ai campi elettromagnetici e per la localizzazione delle stazioni radio base per la telefonia mobile. Il piano era stato adottato dal Consiglio Comunale lo scorso 15 dicembre, nel frattempo non sono pervenute osservazioni da privati o enti pubblici. Il piano si applica agli impianti di telefonia mobile e agli apparati radio-tv che operano in uno specifico intervallo di frequenze. I criteri localizzativi sono: privilegiare le aree comunali o di proprietà pubblica e i siti già a destinazione prevalentemente tecnologica. Nelle aree di interesse storico, monumentale, paesaggistico la soluzione tecnologica dovrà essere tale da minimizzare l’impatto visivo. Esistono poi aree definite sensibili, caratterizzate dalla presenza di strutture assistenziali, sanitarie ed educative, dove è vietata la localizzazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno