Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:02 METEO:AREZZO15°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Kenya, scene di guerriglia urbana: i manifestanti prendono d'assalto gli edifici del Parlamento
Kenya, scene di guerriglia urbana: i manifestanti prendono d'assalto gli edifici del Parlamento

Attualità mercoledì 15 luglio 2020 ore 16:17

Da UBI una boccata di ossigeno per il Non Profit

Nel post emergenza sanitaria, la banca prevede alcune linee di finanziamento per gli enti del Terzo Settore



AREZZO — Un'iniziativa di sostegno finanziario rivolta a tutti gli Enti del Terzo Settore. La promuove "UBI Comunità", la divisione strategica di UBI Banca rivolta al mondo del non profit laico e religioso, insieme a Cooperfidi Italia.

L'emergenza sanitaria sta avendo un impatto importante sulle organizzazioni NON Profit: spesso gestiscono attività commerciali assimilabili a quelle in forma d'impresa (a titolo esemplificativo asili, scuole paritarie, servizi sanitari, attività socio-assistenziali, etc.) . 

Queste si sono trovate a fronteggiare urgenti impegni finanziari, anche se in assenza o con la riduzione di entrate correnti. Spesso hanno la necessità di sostenere importanti investimenti di adeguamento infrastrutturale e organizzativo per rispettare le norme di sicurezza e distanziamento sociale.

In base all'accordo con Cooperfidi Italia, UBI Banca mette a disposizione di queste realtà le seguenti misure, che avranno validità fino al 31 dicembre 2020:

  • finanziamenti fino a € 50.000 (e comunque non superiori al 25% dei ricavi del richiedente) con durata 18 mesi (di cui 6 di preammortamento) garantiti all’80% da Cooperfidi Italia.
  • finanziamenti fino a € 500.000 (e fino al 100% delle spese dimostrabili in caso di nuovi investimenti) garantite da fidejussione all’80% di Cooperfidi Italia, per sostenere investimenti di adeguamento infrastrutturale e organizzativo dei servizi svolti, per il riequilibrio finanziario e per il rifinanziamento o consolidamento dei debiti in essere.

“Queste misure sono parte di “Rilancio Italia”, un programma integrato di iniziative del valore fino a 10 miliardi in cui UBI Banca è impegnata a favore di tutti i segmenti di clientela del Gruppo, con l’obiettivo di sostenerne il momento di difficoltà presente e la ripresa nei prossimi mesi - ha dichiarato Guido Cisternino, responsabile Terzo Settore ed Economia Civile di UBI Banca - Tra i destinatari di tali misure non poteva mancare il Terzo Settore, comparto a cui UBI Banca dedica da sempre specifica attenzione attraverso la propria divisione strategica UBI Comunità, riconoscendo al Terzo Settore un ruolo determinante in termini di tenuta e coesione sociale, nonché di promotore dello sviluppo economico del Paese”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno