comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 20°35° 
Domani 20°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 11 agosto 2020
corriere tv
Foggia, assalto a portavalori: il fumo avvolge l'A14

Attualità venerdì 20 dicembre 2019 ore 14:45

Dodici milioni per mitigare il rischio idraulico

Lavori in città e a sud lungo la SS71. L’assessore Sacchetti: “Adesso chiediamo celerità alla Regione per i finanziamenti”



AREZZO — Una lettera alla Regione con l’elenco degli interventi necessari per mitigare il rischio idraulico nelle zone della città colpite dall’alluvione dello scorso luglio.  Ad inviarla il Comune di Arezzo che, come si legge in una nota, ha "Sollecitato l’operatività del tavolo tecnico regionale, condizione indispensabile per definire i progetti e accedere ai finanziamenti statali".

"Gli interventi presentati dal Comune  - si legge nella nota dell'ente- possono riassumersi in tre categorie principali: opere di mitigazione del rischio idraulico del reticolo principale (torrenti Sellina, Valtina, Vingone) e secondario; interventi finalizzati a ricostruire una ricettività idraulica della rete fognaria scolante (zona Giotto, via Foscolo); interventi volti ad adeguare la capacità di smaltimento della rete fognaria sia in ambito urbano che presso le frazioni della zona sud del comune (Frassineto, Rigutino, Madonna di Mezzastrada)".

Questi gli interventi e i relativi importi stimati: cassa espansione Sellina (3.500.000 euro);  adeguamento sezione idraulica e deviazione torrente Valtina, compreso adeguamento ricettore Vingone (3.600.000 euro); adeguamento fosso al piede di scarpata lungo la ferrovia in via Salvadori e confluenza sul Vingone (1.000.000 di euro); ricostituzione fosso scarpata lungo la ferrovia in via Foscolo (150.000 euro); ricostituzione rete scolante e reticolo minore in zona Giotto (1.800.000 euro);  interventi nuovo collettore fognario in via Romana (700.000 euro); interventi di adeguamento delle sezioni della rete fognaria e degli scolmatori nelle zone sud dell’abitato urbano, in via Chiarini, via Alfieri e Tortaia (300.000 euro);  riduzione vulnerabilità fognaria ad Arezzo sud lungo la S.S. 71 (450.000 euro). Il totale è di 11.500.000 euro.

Vi sono poi altri interventi concertati tra Comune e Nuove Acque, da quest’ultima progettati che, spiega il Comune "Troveranno attuazione in tempi relativamente brevi: adeguamento dello scolmatore e installazione di un’idrovora in via Romana; nuovi scolmatori e inversione della fognatura bianca zona Tortaia; nuova rete fognaria a Frassineto, con interventi sulla vulnerabilità fognaria di Madonna di Mezzastrada e Rigutino. In totale, si tratta di un importo di 1.375.000 euro".

Circa 200 le domande di risarcimento danni da parte di privati (per un totale di 1.681.976 euro) e 38 domande da parte di imprese (962.330 euro), gestite e analizzate in questi mesi dal Comune, che verranno prese in carico dalla Regione. Dati, però, non ancora definitivi.

“Abbiamo valutato la necessità di interventi per poco meno di 12 milioni di euro - ha spiegato l'assessore Marco Sacchetti- Non si tratta di una cifra astronomica per la Regione, cui chiediamo celerità nel mettere in moto la macchina amministrativa e procedere con la progettualità e l’approvazione delle opere. Il Comune, ovviamente in linea con la sostenibilità del bilancio, è disponibile a contribuire per la sua parte anche da un punto di vista economico. Per quanto riguarda la rete degli interventi più piccoli, ma che sommati insieme diventano fondamentali, siamo già in una fase avanzata grazie alla collaborazione con Nuove Acque”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni 2020

Attualità

Attualità

Attualità