Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Attualità giovedì 07 maggio 2020 ore 15:24

Disagio sociale, 600mila euro per le vittime Covid

Lucia Tanti

Task force cittadina attiva per tutta la durata dell'emergenza sanitaria. Stilata una banca dati con tutti i casi di difficoltà in città



AREZZO — Ripartenza senza trascurare i più deboli, coloro che sono stati gravemente danneggiati dall'emergenza sanitaria. Il Comune di Arezzo fa da capofila per stilare una nuova e più aggiornata banca dati del disagio sociale, oltre a riscrivere gli indicatori tramite cui misurare queste difficoltà e dare risposte efficaci ai cittadini.

Questa la sintesi della prima riunione del tavolo operativo, presieduto dal sindaco Ghinelli e a cui hanno partecipato stamani insieme ai rappresentanti della maggioranza e dell'opposizione in consiglio comunale, oltre a Caritas, Croce Rossa Italiana, Croce Bianca, Misericordia, Arezzo Casa e Polizia Municipale.

Questa task force resterà attiva fino a quando l'emergenza legata al coronavirus non sarà cessata – spiegano Tanti e Nisini. La realtà, come temevamo, ci sta mettendo davanti a profondi cambiamenti e nuove criticità che vanno affrontate con tempismo, trovando soluzioni funzionali. Tutti i soggetti attivi presenti al tavolo, compreso il Comune, contribuiranno a creare una nuova banca dati di persone e famiglie autonome fino a due mesi fa, che oggi autonome non lo sono più. Sono le vittime economiche del Covid 19. Inoltre, in collaborazione con i servizi sociali del Comune, ci siamo dati il compito di ridefinire gli strumenti con cui vengono valutate le condizioni di vita della popolazione. E' impossibile, alla luce di quello che è successo, continuare a muoversi con gli stessi criteri utilizzati prima dell'epidemia.

E' oggi indispensabile un livello di attenzione maggiore per le famiglie con minori, per le disabilità, per i servizi educativi e il Comune non può non essere in prima fila per una lettura diversa, più approfondita, del bisogno sociale. Proprio per questo l'amministrazione sta per varare una manovra economica di circa due milioni di euro: una forte iniezione di liquidità per aiutare la città a riprendere vita, un punto di partenza e non di arrivo. Circa 600mila euro verranno utilizzati per provvedimenti a favore delle vittime del Covid 19, in modo da arginare e contenere gli effetti della crisi".

Un ruolo fondamentale sarà affidato agli agenti della Polizia Municipale che, oltre a svolgere il lavoro a tutela della sicurezza, è chiamata anche a fornire un'opera d aiuto e sostegno a favore dei più deboli, in sinergia sempre più stretta con i servizi sociali.

A breve il Piano operativo tornerà a riunirsi e sarà già il momento delle prime risposte concrete.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno