QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 17° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 febbraio 2020

Attualità sabato 08 febbraio 2020 ore 14:52

Un bambino e un cavallino rampante

L'iniziativa di Orgoglio Amaranto per le scuole aretine: un fumetto per trasmette i valori di lealtà, rispetto e fair-play



AREZZO — Lealtà, rispetto, fair-play. Sono i valori che il fumetto di Orgoglio Amaranto “Le avventure di Billy e Black”  vuole trasmettere ai bambini delle scuole primarie.

L'iniziativa è del comitato di azionariato popolare che detiene l’uno per cento delle quote sociali della Società Sportiva Arezzo, in collaborazione con l’assessorato allo sport e alle politiche giovanili del Comune. Grazie al patrocinio dell’ufficio scolastico regionale e della provincia di Arezzo, il fumetto sarà distribuito a partire da lunedì prossimo alla terze classi delle scuole primarie. Il calendario delle consegne è già molto fitto e vede in elenco gli istituti scolatici Monte Bianco, Chimera, Pio Borri e il convitto nazionale.

“Le avventure di Billy & Black”, questo il titolo del fumetto, è una raccolta di storie che hanno come protagonista un bambino e un cavallino rampante, simbolo dell’Arezzo calcio, che accompagnerà i piccoli alunni nella lettura e nella scoperta della lealtà, della correttezza, del rispetto dell’avversario, dell’amore per lo sport e per la squadra amaranto. La firma sui disegni e sulle nuvole parlanti è della graphic designer aretina Elisa Bianchi.

“Orgoglio Amaranto – come spiegato dal presidente Stefano Farsetti – ha inserito il fumetto all’interno del più ampio progetto WeAr, lanciato a fine 2018, che si pone come obiettivo il coinvolgimento di ampie fasce della popolazione aretina, a partire dagli studenti, su temi come l’azionariato popolare e la partecipazione attiva alla gestione delle società sportive”.

“Il Comune ha sposato subito questa eccellente iniziativa – ha dichiarato l’assessore Tiziana Nisini – e lo ha fatto con convinzione. Si tratta di un modo creativo e intelligente di rapportarsi con i bambini delle scuole per veicolare i veri valori che devono stare alla base della competizione sportiva. Inoltre ritengo positivo che l’importanza dell’azionariato popolare, legato anche a società professionistiche, venga messa in evidenza in maniera così capillare e dettagliata. Ricordo bene che la presenza e il lavoro di Orgoglio Amaranto furono determinanti per il salvataggio dell’Arezzo calcio nell’inverno e primavera del 2017. Senza contare che l’attaccamento ai colori della squadra cittadina e il senso di appartenenza sono risorse fondamentali per la nostra comunità”.



Tag

Coronavirus, Spallanzani: «Niccolò sempre sereno e di ottimo umore»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca