Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:49 METEO:AREZZO14°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Dietro la «stanchezza» di Biden al G7

Attualità mercoledì 03 marzo 2021 ore 12:15

In Sala dei Grandi il processo del secolo

Iniziano da domani, con il filone delle "consulenze d'oro", le udienza relative al crac di BancaEtruria. Ecco le tappe



AREZZO — In una location bellissima e carica di storia terminerà il "processo dei processi" per quanto riguarda il territorio di Arezzo. Sarà la Sala dei Grandi della Provincia ad ospitare le ultime sedute dibattimentali sul crac BancaEtruria.

La "Vela" non è adeguata ad accogliere un numero di elevato di presenze (si stimano in contemporanea 50-60 persone) e così Silvia Chiassai è andata incontro alle richieste del presidente del Tribunale mettendo a disposizione alcuni saloni della Provincia.

Un gesto di estrema generosità ma anche molto significativo.
"Siamo orgogliosi di ospitare in questa prestigiosissima sede le fasi finali di un procedimento (quello di BancaEtruria ndr) che ha lasciato una profonda ferita in tutto il territorio aretino e non solo - afferma la presidente della Provincia. Quando il presidente del Tribunale mi ha contattata ho messo a disposizione le nostre strutture perché riteniamo importante, anche moralmente, dare il nostro contributo all'intera comunità".

Valentino Pezzuti, presidente del Tribunale di Arezzo, nel ringraziare sentitamente la prontezza e la disponibilità di Silvia Chiassai, ha sottolineato come in un momento così delicato dal punto di vista sanitario questa sia l'unica possibilità per continuare regolarmente le udienze per il processo BancaEtruria.

Le prossime fasi dibattimentali richiameranno in aula un numero consistente di persone tra imputati, legali, periti e tecnici ed è fondamentale garantire ambienti correttamente areati, spazi e distanze di sicurezza. Infatti, inizia l'audizione dei testi. Una fase cruciale del processo in vista del verdetto finale. A tal proposito la presidente Chiassai ha dato disponibilità anche per la fase della lettura della sentenza. Relativamente a questo, il presidente del collegio Fruganti ha sottolineato come si tratti di un gesto estremamente cordiale ed importante per la comunità ma si augura di poter leggere il verdetto, di primo grado, alla "Vela" anche perché vorrebbe significare che l'emergenza sanitaria si è attenuta.

Domani, intanto, si terrà la prima udienza in Sala dei Grandi. Sarà il giudice Ada Grignani ad "inaugurare" il Palazzo della Provincia con la costituzione e l'eventuale ammissione delle parti civili per il filone legato alle "consulenze d'oro".  Il ruolino di marcia prevede udienze tutti i giovedì e venerdì fino ad aprile. Poi le conclusioni a giugno e verso settembre-ottobre è previsto il verdetto finale. Questo è quanto si auspica il collegio giudicante ma, ovviamente, tutto dipende dalla situazione sanitaria.

Insomma, tra Tribunale e Provincia si instaura una sinergia Istituzionale forte ed importante. Chissà, se anche in questo caso, Arezzo fa da apripista per collaborazioni del genere volte agli interessi dell'intera comunità.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Gianni Fruganti sul processo Bancaetruria in Sala dei Grandi
Il giudice Grignani sul processo Bancaetruria in Sala dei Grandi

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno