Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 23:30 METEO:AREZZO18°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti

Attualità giovedì 03 giugno 2021 ore 14:40

"Malattie Infettive" riapre ai pazienti no-Covid

Simona Dei sulla riorganizzazione dei reparti di malattie infettive

L'ospedale cittadino si libera dalla pressione del virus. D'Urso illustra la riorganizzazione. Tacconi "si vede la luce in fondo al tunnel"



AREZZO — Sul San Donato si allenta finalmente la pressione del virus. Tra 24 ore Malattie Infettive riprenderà i propri spazi, a dimostrazione del superamento del difficile e doloroso momento affrontato. Poi toccherà anche a Pneumologia. Insomma, la cosiddetta "bolla Covid" si sgonfia e questi reparti tornano ad avere anche pazienti non positivi.
La degenza Covid 3 è vuota. Dodici posti letto liberi quindi, per ricoveri ordinari di Malattie Infettive, ma anche dieci posti letto pronti ad essere riutilizzati in caso di una recrudescenza del Coronavirus. Al momento solo una misura precauzionale. Quello che era stato un "polmone" per espandersi nei momenti dei picchi è di nuovo disponibile.

Infatti, come ha spiegato il direttore generale della Sud Est, Antonio D'Urso, da domani "al piano uno di questa ala del nosocomio ci sarà Malattie Infettive. Il secondo piano, adesso occupato provvisoriamente da Malattie Infettive e dove operavano ematologia e gastroeneterologia, sarà invece destinato a degenze specialistiche. L'obiettivo è quello di consentire a questi ultimi due reparti di espandersi e far fronte a tutte le esigenze legate alla salute dei cittadini, dato che fino ad ora erano nel settore multidisciplinare". 

"Si vede la luce in fondo al tunnel. Oggi abbiamo le vaccinazioni, gli anticorpi monoclonali, conosciamo meglio la malattia. Quindi, il risultato che stiamo vedendo, ossia l'ospedale del territorio che subisce meno l'impatto del Covid, è frutto di tutto ciò" ha commentato il direttore di Malattie Infettive, Danilo Tacconi che questo maledetto virus ha imparato a conoscerlo da molto vicino e continua a combatterlo in prima linea.

"L'attenzione si mantiene sempre alta. Abbiamo ancora pazienti Covid, in totale 27 distribuiti su tre piani, ma l'ospedale ha tutto il diritto di riprendersi i propri spazi e questo stiamo facendo" ha fatto quindi eco il direttore sanitario della Sud Est Simona Dei. Infatti, l'Azienda sanitaria intende concentrare la degenza Covid, sia di Pneumologia che di Malattie Infettive al piano zero con 17 letti, riaprendo contestualmente le degenze non Covid.

Dal 7 giugno il primo piano verrà sottoposto ad interventi di manutenzione straordinaria: dalla sostituzione dei pavimenti e delle porte, come dei testaletto oltre a lavori impiantistici per ottimizzare le gestione della distribuzione di gas medicali. Opere che dureranno circa 4 settimane.

Dalla prossima settimana riaprirà progressivamente anche la degenza no Covid di Pneumologia, partendo con un modulo di 6 posti letto che si aggiungono ai 6 mai chiusi. Questo quando saranno trasferiti o dimessi tutti i pazienti positivi.

Ed anche Barbara Innocenti, direttore della rete ospedaliera aretina, ha voluto sottolineare come sia importante evidenziare la nuova partenza del nosocomio cittadino "Malattie Infettive, insieme ad altri reparti, sono stati negli ultimi periodi sottoposti ad una pressione di lavoro straordinaria, con risultati estremamente soddisfacenti, considerati i numeri che sono stati in grado di trattare.

Da domani le Malattie Infettive apriranno finalmente un'ala per i pazienti no Covid, quelli sempre seguiti dai nostri professionisti, che negli ultimi periodi, però, hanno trovato spazio negli altri reparti, avvalendosi da lì delle consulenze degli infettivologi. E' veramente un segnale di ripartenza importante che proviene proprio dal reparto maggiormente impegnato nell'emergenza".

Claudia Martini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Simona Dei sulla riorganizzazione dei reparti di malattie infettive
D'Urso e Tacconi sulla riorganizzazione dei reparti di malattie infettive

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno