Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°33°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci

Attualità domenica 14 marzo 2021 ore 15:55

Restrizioni da lunedì, bagordi del sabato sera

Bottiglie di superalcolici, bicchieri di plastica, cartoni di pizza e buste di carta sparse nei giardini. Ecco cosa abbiamo trovato al Prato



AREZZO — Non ci sono parole adeguate per commentare quanto abbiamo trovato questa mattina al Prato. Praticamente i resti di una festa. Forse qualche sciagurato avrà voluto brindare all'entrata in zona rossa e lo ha fatto nel modo più ignobile ed irrispettoso per l'intera comunità. 

Nelle foto della gallery documentiamo il degrado e la stupidità di taluni soggetti che ancora non hanno capito la gravità del momento. Nella parte alta del Prato, dopo la statua, una scena raccapricciante. Cartoni per la pizza abbandonati in terra, bottiglie di alcolicisuperalcolici "inguattate" tra le siepi, buste per alimenti sparse tra i giardini e tanti bicchieri di plastica, uso aperitivo, gettati in ogni dove. Ma che senso ha? Possibile che per qualcuno sia tutto un gioco e se ne freghi totalmente degli altri? 

Questa mattina abbiamo pubblicato lo sfogo dell'ex assessore Marcello Comanducci, che ha dichiarato di non voler andare più al supermercato il venerdì sera per non dover "patire" quel mal di stomaco nel vedere orde di ragazzini con i carrelli pieni di alcolici e superalcolici. Ora, non sappiamo se i partecipanti alla festa al Prato erano giovani o adulti, quel che è certo è che si è trattato di irresponsabili.

Da domani mattina la provincia di Arezzo torna in lockodown e questo perché il contagio degli ultimi giorni è in aumento. Solo ieri sono stati riscontri altri 131 casi in provincia e 43 in città. Gli ospedali si stanno riempiendo, con il "San Donato" che vede oltre l'80% della degenza Covid occupata da pazienti. Senza parlare delle persone decedute a causa del virus che ogni giorno occupano pagine di cronaca aretina.

Questa è la situazione attuale e queste sono le ragioni per cui da domani mattina l'intera provincia entrerà in zona rossa. Misure restrittive per limitare il contagio ma che portano conseguenze terribili ed a volte devastanti per le attività. Da domani, infatti, molti imprenditori, lavoratori, artigiani, si troveranno a dover fare i conti per arrivare a fine mese. Se ancora li avranno, intaccheranno i risparmi accumulati negli anni, altrimenti... . Altrimenti guarderanno queste fotografie e ringrazieranno, ancora una volta, i propri genitori che hanno insegnato loro il rispetto per gli altri e come si sta al mondo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno