Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:AREZZO15°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Letizia Moratti balla e canta con Ivana Spagna sulle note di «The Best»

Attualità mercoledì 29 settembre 2021 ore 12:45

Parcheggio gratis "anti" sosta selvaggia a scuola

Comune e Atam rilanciano il progetto che riguarda alcune aree vicino agli Istituti durante l'entrata e l'uscita. Parola d'ordine: sicurezza



AREZZO — Lo abbiamo documentato anche noi. La situazione all'ingresso e all'uscita delle scuole aretine, già dal primo giorno, era fuori controllo. Sosta selvaggia ovunque con un elevato grado di pericolo soprattutto per alunni e studenti. Oltre che traffico in tilt nei pressi degli Istituti.

Per questo motivo Comune di Arezzo e Atam spa hanno deciso di rilanciare il progetto "Parcheggio consapevole" confermando fino al 15 giugno del prossimo anno la validità delle modifiche tariffarie introdotte nel 2019.

Il "Parcheggio consapevole" è, in sostanza, la gratuità prolungata tra le 7,45 e le 8,30 e tra le 13 e le 13,45 nei parcheggi Mecenate e Baldaccio, in modo tale che l’utente che entri e successivamente esca nell’ambito di tali fasce orarie non sia tenuto al pagamento della sosta. Stesse gratuità e modalità per il parcheggio di piazza Amintore Fanfani, quindi la ex Cadorna. In quest’ultimo caso, tuttavia, le fasce orarie sono: 13 – 13,45 e 16,35 – 17,20 durante la settimana mentre il sabato 12 – 12,45.

Ci sono poi le aree di sosta nei pressi delle scuole. Per potervi parcheggiare gratuitamente occorre esporre un apposito contrassegno che viene rilasciato dalle Segreterie degli Istituti stessi. Ecco le fasce orarie: 8 – 8,30 13 – 13,30 16 – 16,30. Le aree di sosta sono il parcheggio di via Monte Cervino per i genitori degli studenti della scuola Montebianco, i parcheggi di piazza Sant’Andrea, via Trento e Trieste e via Sansovino per i genitori degli studenti della scuola Pio Borri, il parcheggio di via Pietro Aretino per i genitori delle scuole parificate, il parcheggio di via Rismondo e i parcheggi di via Guelfa per i genitori degli studenti della scuola media IV Novembre, i parcheggi di via Signorelli e via Guadagnoli, nel tratto fra via Crispi e via Garibaldi, per i genitori degli studenti della scuola primaria Pio Borri, il parcheggio di Campo di Marte per i genitori degli studenti della scuola primaria Masaccio.

Per quanto riguarda i genitori degli studenti del Liceo Scientifico ci sono i parcheggi di via Marco Perennio nella fascia oraria 13 – 13,45.

“L’inizio di questo anno scolastico ha registrato un incremento del traffico e probabilmente il trend avrà un ulteriore aumento dopo il 15 ottobre e il rientro in ufficio del personale della pubblica amministrazione e non solo. Riteniamo, dunque, opportuno reintrodurre una misura sperimentata in passato e che ha comportato un miglioramento delle condizioni di traffico in prossimità degli Istituti durante gli orari di ingresso e uscita. - ha spiegato l'assessore Alessandro Casi. Le auto si possono lasciare benissimo a breve distanza, per consentire agli studenti di fare pure due passi prima dell’inizio della lezione e non congestionare le strade. Un modo salutare di approcciare la mattinata come abbiamo spiegato pure durante la presentazione dell’iniziativa ‘Muoviamoci! A piedi e in bici’. Quindi, 'Parcheggio consapevole' è in linea con le ultime scelte della Giunta di cui faccio parte: decongestionare il traffico a ridosso delle scuole è il modo migliore per evitare disagi e pericoli, in particolar modo per gli alunni più piccoli”.

"Il Comune e la Polizia Municipale hanno la percezione reale della situazione e quindi hanno potuto guidarci nell'individuazione degli stalli e dei parcheggi più funzionali. È un provvedimento importante, richiesto e non banale, perché durante la gratuità non si rischia di prendersi anche la multa oltre che di generare un pericolo” ha aggiunto il Presidente di Atam Bernardo Mennini. 

“Negli anni passati la misura ha dato ottimi risultati l’appello, dunque, è continuare a 'sfruttarla' evitando così l'assalto alle scuole. I cittadini non pensino che è una strategia per aumentare i nostri controlli, quelli sono già intensi e puntuali fin dall'inizio della scuola per evitare assembramenti e garantire la sicurezza. Bensì di garantire maggiore organizzazione nell'accompagnare e riprendere i propri figli a scuola garantendo la maggiore tranquillità possibile” ha fatto eco il Comandante della Polizia Municipale Aldo Poponcini.

Quindi, Antonella Bianchi dell'ufficio scolastico provinciale ha chiosato “il parcheggio consapevole s’inserisce nell'ambito di AR-rivare sicuri, un disegno complessivo e di ampio respiro che coinvolge l'educazione civica e stradale, anche degli adulti, quindi dei genitori. E' molto bello essere tornati a scuola in presenza e garantire l'entrata e l'uscita in sicurezza rientra tra gli obiettivi primari”.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Casi e Poponcini presentano il Parcheggio Consapevole
Mennini presenta il Parcheggio Consapevole

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno