Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:38 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turista italiana bloccata sugli scogli in Spagna: il video del salvataggio in elicottero a pochi centimetri dalle onde
Turista italiana bloccata sugli scogli in Spagna: il video del salvataggio in elicottero a pochi centimetri dalle onde

Attualità lunedì 23 novembre 2015 ore 10:58

Una nuova era per Banca Etruria

Foto di: Immagine di repertorio

Operazione complessa per salvare Banca Etruria e degli altri tre istituti in difficoltà, Banca d’Italia racconta sul sito i dettagli del salvataggio



AREZZO — Governo e la Banca d’Italia hanno dato soluzione alla crisi di quattro banche in amministrazione straordinaria: Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara, CariChieti.

La soluzione adottata assicura la continuità operativa delle banche e il loro risanamento, nell’interesse dell’economia dei territori in cui esse sono insediate; tutela pienamente i risparmi di famiglie e imprese detenuti nella forma di depositi, conti correnti e obbligazioni ordinarie; preserva tutti i rapporti di lavoro in essere; non utilizza denaro pubblico.

Le perdite accumulate nel tempo da queste banche, valutate con criteri estremamente prudenti, sono state assorbite in prima battuta dagli strumenti di investimento più rischiosi: le azioni e le "obbligazioni subordinate", queste ultime per loro natura anch’esse esposte al rischio d'impresa. Il ricorso alle azioni e alle obbligazioni subordinate per coprire le perdite è espressamente richiesto come precondizione per la soluzione ordinata delle crisi bancarie dalle norme europee.

Da lunedì 23 Novembre ci saranno 4 nuove banche-ponte, tutte e quattro saranno presiedute da Roberto Nicastro, ex direttore generale di Unicredit. In questi quattro organismi convergeranno gli asset positivi delle banche, lasciando invece in un’unica bad bank le sofferenze che saranno svalutate passando da un valore complessivo di 8,5 a 1,5 miliardi di euro in modo da facilitarne la vendita sul mercato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno