Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:59 METEO:AREZZO16°31°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Corea del Nord: ritorno al 1950? Putin consacra la “monarchia rossa”

Cronaca venerdì 02 aprile 2021 ore 16:20

Rogo di Levane, macerie e auto fuse dal calore

Distrutta la fabbrica di Valentino specializzata in scarpe. Gravemente danneggiate le strutture adiacenti. Ecco ciò che resta dopo l'incendio



BUCINE — Un disastro. La fabbrica di Valentino è andato completamente in fumo. L'incendio si è sprigionato intorno all'una di notte e alle 11 di mattina c'erano ancora piccoli roghi che i Vigili del Fuoco stavano spengendo. Esplosioni continue e tanta paura.

Questa è stata la notte che hanno passato i cittadini di Levane.

La struttura della fabbrica realizzata in lamellare, quindi legno, si è sbriciolata sotto il calore di un'incendio che ha trovato, anche nei materiali custoditi all'interno, facilità di propagazione. Sì, perché nel complesso venivano prodotte soprattutto calzature. Quindi pellami, solventi, colle e quant'altro necessario per la realizzazione di scarpe e accessori. Completamente distrutti anche i macchinari necessari per la produzione.

La temperatura che si è concentrata nell'area è stata altissima. Le fiamme hanno danneggiato anche capannoni adiacenti. Probabilmente qualche struttura dovrà essere abbattuta perché pericolosa e non recuperabile. Alcune auto parcheggiate nelle vicinanze si sono "fuse" proprio a causa dell'enorme calore sprigionato.

L'intera area è inagibile. Adesso gli inquirenti dovranno stabilire la cause di un disastro che per fortuna non si è trasformato in tragedia. Al momento dello scoppio dell'incendio, infatti, non c'era nessuno all'interno della fabbrica e neppure nei dintorni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno