Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Attualità lunedì 14 novembre 2022 ore 09:33

Il Panno Casentino ammalia ancora il Belgio

Grande soddisfazione per la tipica produzione col ricciolo alla fiera belga Houtem Jaarmarkt che è patrimonio Unesco



CASENTINO — Grande soddisfazione per il Panno Casentino alla fiera belga Houtem Jaarmarkt che ha visto la Toscana come ospite d’onore. Gli stand hanno riscosso grande successo, con la loro ampia varietà di prodotti enogastronomici ed eccellenze regionali.

Il Panno Casentino è stata una gradita sorpresa per la popolazione belga, affascinata dai colori sgargianti proposti in interessanti declinazioni, che uniscono tradizione, modernità e innovazione, mostrando come due terre così lontane abbiano forti affinità culturali. Le domande sono state numerose, anche da parte delle TV locali e nazionali, per capire l’origine di un tessuto così particolare e unico; il Club degli Amici del Ricciolo è stato felice di raccontare una storia radicata nella tradizione, che parla anche dei luoghi e dei loro abitanti, della loro perseveranza nella ricerca volta all’innovare e salvaguardare le loro eccellenze.

“Fin dal nostro arrivo a Sint-Lieven Houtem - racconta Maria Inferrera, Presidente del Club - siamo stati accolti, nella piazza del Comune, da uno svettante tricolore, affiancato dalla loro bandiera e da quella dell’Unione Europea. È stato l’inizio di un susseguirsi di emozioni e sensazioni di grande accoglienza”. L’inaugurazione ha visto la presenza dell’ex Primo Ministro Belga Herman De Croo, accompagnato dall’attuale Ministro dell’Economia e Finanze e dal Sindaco, affascinati dall’alta qualità dei prodotti, degli stand e dai traguardi raggiunti con le vestizioni del Manneken Pis; gli stessi hanno auspicato che il Panno sia sempre più riconosciuto a livello internazionale per la sua valenza storico-culturale. Molte autorità italiane sono intervenute all’evento, in rappresentanza della Regione Toscana e di altre associazioni di categoria con sede a Bruxelles, tutti si sono dichiarati orgogliosi di una così importante presenza che ha saputo dare lustro alla toscanità.

Nei tre giorni di fiera il programma è stato ampio e articolato. Si è assistito al “rito” della stretta di mano tra i sensali, che sigla le vendite del bestiame, particolarità che ha riconosciuto la fiera come come patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Gli Amici del Club hanno anche assistito ad un commovente concerto in onore dell’Italia, e della Toscana in particolare, con il duo che ha eseguito brani italiani con voce e fisarmonica, regalando al pubblico grandi emozioni.

Gli stand dei rappresentanti del Casentino - Tessilnova di Claudio Grisolini & C., Il Poggiolo di Simonetto Vannini, Cipiwipi di Alice Vinci e I Commensali s.a.s. di Manila Fiumicelli e Massimiliano Senesi – hanno suscitato enorme interesse negli oltre 500mila visitatori, tanto che le autorità presenti hanno auspicato future collaborazioni su ampi fronti in progetti condivisi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno