Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Cultura lunedì 01 settembre 2014 ore 11:33

Giostra, presentata la lancia d'oro

E' dedicata all'Arma dei Carabinieri la lancia d'oro della 128esima edizione della Giostra del Saracino, realizzata da Erika Corsi, cresce l'attesa



AREZZO — È stata presentata nella sala del consiglio comunale la lancia d’oro per la 128esima edizione della Giostra del Saracino in programma domenica 7 settembre. Il trofeo quest'anno è dedicato all’Arma dei Carabinieri in occasione del secondo centenario della fondazione. La lancia d’oro è stata creata dall’intagliatore Francesco Conti che ha dato forma al bozzetto ideato da Erika Corsi.

Alla cerimonia di presentazione hanno partecipato l’assessore alla Giostra Francesco Romizi, il Colonnello Roberto Saltalamacchia, Comandante Provinciale di Arezzo, il presidente dell’Istituzione Angiolo Agnolucci, i rettori dei quartieri e il consulente storico della Giostra del Saracino Luca Berti che ha illustrato la storia dell’Arma dei Carabinieri.

Per l’assessore Romizi la cerimonia è stata anche l’occasione per annunciare ufficialmente la nomina di Francesco Chiericoni come araldo della 128esima edizione in sostituzione di Gianfrancesco Chiericoni. “Il ringraziamento – ha detto Romizi - va a Chiericoni per l’impegno profuso e la passione dimostrata in questi anni nei confronti della manifestazione storica e della città”.

L’assessore Francesco Romizi ha poi ringraziato “l’artista Erika Corsi e l’intagliatore Francesco Conti per aver regalato alla città un’opera di grande pregio e raffinatezza” per poi sottolineare “il ruolo fondamentale che l’Arma dei Carabinieri svolge costantemente sul territorio a difesa dell’intera comunità”. “La lancia d’oro anche per questa edizione della Giostra – ha aggiunto Francesco Romizi – è un capolavoro artistico di pregio e ricca di valore e simboli”.

E la simbologia è stata spiegata così da Erika Corsi: “Con il bozzetto ho voluto rappresentare, attraverso dei simboli, il senso di protezione che l’Arma dei Carabinieri da due secoli, esercitano quotidianamente nei confronti della comunità. Così, la fiamma dello stemma della Benemerita protegge ed avvolge i suoi uomini raffigurati come due carabinieri nella tormenta e nell’ardore della fiamma appare la loro protettrice, la Virgo Fidelis. Una fiamma che arde e protegge come un caldo abbraccio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno