Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:36 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sesso e mafia - Esca viva: Maria Concetta attirata in trappola da sua madre

Attualità domenica 17 ottobre 2021 ore 14:25

Il grande Moser affascina Castiglion Fibocchi

Tanta gente accorsa a salutare lo "sceriffo". Il campionissimo in paese per una battuta di caccia assieme all'amico Morini della Marconi arredamenti



CASTIGLION FIBOCCHI — Ha 70 anni compiuti ma sembra appena sceso dalla bicicletta dopo una gara. Francesco Moser è in splendida forma e affascina il pubblico presente con aneddoti, racconti e qualche battuta.

Nel ciclismo è stato una leggenda e come uomo dimostra di essere un vero campione.

Una persona genuina che non nega una parola o un saluto a nessuno. Stringe mani, regala sorrisi, si concede volentieri per le classiche foto ricordo.

Francesco Moser è arrivato a Castiglion Fibocchi per una battuta di caccia nella riserva di Fraternita accompagnato dagli inseparabili amici Pasquale Morini, patron della "Marconi Arredamenti" e Pilade Nofri.

Ma la caccia può attendere e prima di indossare gli scarponi il campionissimo ha ricevuto l'omaggio di Castiglion Fibocchi, che lo ha accolto con un grande abbraccio. L'incontro pubblico si è tenuto ieri pomeriggio all'interno della nuova palestra al Centro Polifunzionale. Sul palco d'onore oltre a Francesco Moser,  il sindaco Marco Ermini, il vicesindaco Rachele Bruschi, l'assessore Edoardi Ferrini, il primo rettore di Fraternita Pier Luigi Rossi, Pasquale Morini, Patrizia Fabiani figlia dell'ex patron della "Famcucine" (squadra in cui ha militato Moser) e don Adriano, guida spirituale e morale del paese. 

Le tribunette della palestra erano al completo. Tanta gente ha assistito al breve dibattito moderato dal giornalista Fausto Sarrini e reso possibile grazie all'interessamento di Pier Luigi Rossi. Numerosa la partecipazione anche delle Associazioni che animano il paese.

Nonostante siano passati decenni da quando ha appeso la bicicletta al chiodo, Francesco Moser resta un personaggio dal grande seguito. Pochi campioni del passato hanno la popolarità che ancora riscuote lui. Frutto della sua empatia e della sua schiettezza. Lo "sceriffo", così veniva soprannominato Moser ai tempi delle corse, ha ripercorso le tappe più significative della sua carriera. Un video ha mostrato alcuni dei suoi successi e lui li ha commentati raccontando anche aneddoti e curiosità.

Insomma, una giornata importante per Castiglion Fibocchi che, grazie all'omaggio di una vera e propria leggenda dello sport, conferma di essere il paese del ciclismo per eccellenza

A fondo pagina l'intervista completa a Francesco Moser, Patrizia Fabiani figlia del patron della "Famcucine", Pier Luigi Rossi primo rettore di Fraternita, Pasquale Morini amico personale di Moser e proprietario della "Marconi Arredamenti", Marco Ermini sindaco di Castiglion Fibocchi e all'assessore Edoardo Ferrini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Francesco Moser a Castiglion Fibocchi
Pier Luigi Rossi sulla visita di Moser a Castiglion Fibocchi

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno