Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO16°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Sport domenica 03 maggio 2020 ore 09:05

Lega Pro: nuova proposta di promozioni a tavolino

A seguito dell’impossibilità di riprendere i campionati come da protocollo, il presidente e le altre massime cariche della Serie C si stanno muovendo per trovare una soluzione



TOSCANA — Il presidente della Lega Pro Ghirelli si trova costretto ad affrontare un polverone mediatico causato dalla diffusione di una proposta di promuovere le prime tre squadre della classifica a tavolino, effettuando un sorteggio per la quarta. Prima ancora che la proposta sia stata discussa o ufficializzata, trova già il parere sfavorevole di numerose squadre e dei presidenti di Serie B e D.

La proposta era contenuta in un documento riservato ai presidenti che doveva essere accuratamente consultato durante la prossima riunione, tuttavia, pare che la questione non potrà proseguire come pianificato. La Lega Pro si trova costretta a correre ai ripari, cercando di stabilizzare i rapporti con le altre massime cariche della federazione calcistica.

Qual è il futuro del campionato di Lega Pro?

A seguito dell’impossibilità di riprendere i campionati come da protocollo, il presidente e le altre massime cariche della Serie C si stanno muovendo per trovare una soluzione. Da questa necessità è nata la famosa lettera in cui è contenuta una bozza per il futuro della Lega Pro. Nella lettera è possibile leggere l’ipotesi di tre promozioni dirette delle prime squadre in classifica, mentre la quarta squadra dovrebbe essere scelte con un sorteggio casuale tra le prime dieci.

L’errore è stato quello di pensare di poter fare analisi e pronosticare sul calcio, senza tenere conto dei prezzi da pagare nel caso in cui le informazioni fossero circolate. E proprio questa mancanza di attenzione o forse di troppa fiducia si sta ritorcendo contro, creando discussioni e dibattiti esterni che non erano stati previsti.

Le proposte contenute nella lettera sono già state fortemente contestate da squadre come Bari, Reggiana, Carpi e Vibonese, oltre che dagli stessi presidenti delle altre leghe calcistiche superiori e inferiori. La Federazione di Lega Pro si trova costretta a rivedere i propri piano per il futuro del campionato, ancora una volta, anche se ad ascoltare le parole del presidente dopo la scoperta della diffusione della lettera, pare che si proseguirà ad analizzare la proposta come da protocollo.

Dalle dichiarazioni del presidente Ghirelli, intervistato dopo la comunicazione della diffusione della lettera, sembra che le idee sul futuro della Lega Pro siano molto meno chiare di quanto ci si potrebbe aspettare. Il presidente non si è pronunciato sulle ipotesi contenute all’interno del comunicato, per correttezza istituzionale, alimentando ancora di più i dubbi sulle decisioni che verranno prese riguardo al campionato.

L’obiettivo della federazione è sempre quello di trovare una soluzione che metta d’accordo tutte le parti coinvolte, ma che al tempo stessa segua il più possibile regolamenti e normative vigenti. Sfortunatamente, si dovrà lasciare da parte l’amore per il calcio e il fair-play, a favore di decisioni più fredde, non decretate dal campo di gioco.

Per capire se la proposta delle promozioni a tavolino verrà realmente ufficializzata è necessario attendere la riunione che si svolgerà tra due settimane. I dati attualmente a disposizione, fanno pensare, tuttavia, che la decisione verrà scartata, prolungando ulteriormente i dubbi che circondano questo campionato di Serie C che sembra non poter trovare una fine.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno