Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Festival Economia, la ministra per la Famiglia Roccella contestata. Lei: «C'è un'ostilità verso il mondo della maternità»

Attualità domenica 09 agosto 2020 ore 09:00

​“Movida si...cura”, test gratis in piazza

E' la campagna lanciata dalla Regione. Il 28 agosto in città gazebo dove eseguire l'esame



AREZZO — Divertirsi in sicurezza. E siccome il divertimento, la socialità non hanno limite di anagrafe, il messaggio è per tutti, non solo per i giovani e l'ormai inflazionata parola “movida”.

Il Covid non è ancora scomparso e in Toscana negli ultimi giorni si è registrato un aumento dei nuovi contagi. Dunque le regole base per tenere alla larga l'infezione da Coronavirus sono quanto mai attuali e il loro rispetto è un atto di rispetto nei confronti di ciascuno di noi e di chi ci sta intorno: indossare la mascherina, lavarsi le mani, mantenere la distanza di sicurezza. Regole che valgono per i più giovani e i meno giovani.

E' da questo presupposto che la Regione ha lanciato su tutto il territorio della Toscana l'operazione “Movida si...cura” che prevede test sierologici nei luoghi di maggior afflusso per chi ne farà richiesta su base volontaria . Chi dovesse risultare positivo al Covid-19, dovrà sottoporsi al tampone molecolare, contattando il numero verde regionale 800.556.060, per verificare se l’infezione è in fase attiva. Sarà anche possibile effettuare alcool test, sempre su richiesta degli interessati.

L'operazione è partita lo scorso 25 luglio a Firenze e terminerà il 26 settembre: due mesi di monitoraggio su tutte le città e le piazze della regione, concentrati nei due giorni del weekend, venerdi e sabato, per eseguire test anti-Covid.

Ad Arezzo “Movida si...cura” arriverà venerdì 28 agosto, dalle 20 alle 24. Saranno allestiti gazebo e posizionati mezzi mobili del volontariato sociale (Misericordie, Anpas, Croce Rossa italiana) nei luoghi di maggiore afflusso dei giovani. Le persone che desiderano sottoporsi al test sierologico gratuito e avere tutte le informazioni necessarie possono presentarsi nelle postazioni. 

Saranno messi a disposizione dei ragazzi anche mascherine e gel. Oltre a quella del volontariato sociale è prevista la presenza, su base volontaria, di personale infermieristico delle Asl.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno