Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
G7 in musica: Bocelli canta 'Nessun dorma', Biden chiude gli occhi, Meloni si scatena nel ballo

Attualità lunedì 19 gennaio 2015 ore 10:45

Saldi invernali, partenza con brio

I turisti stranieri e italiani in vacanza nel capoluogo per l’Epifania hanno contribuito allo slancio iniziale. Aretini un po’ più cauti



AREZZO — I saldi invernali 2015 sono partiti molto bene ad Arezzo, complice l’arrivo del freddo, la concomitanza con la prima edizione della Fiera Antiquaria e la presenza di turisti per le vacanze natalizie. Lo rivela un’indagine condotta dalla Confcommercio tra gli operatori della città.

La speranza di tutti è che ora, passate le feste, l’entusiasmo dell’esordio non si esaurisca in pochi giorni. 

"La partenza è stata bellissima, niente fuochi d'artificio forse ma siamo ai livelli dello scorso anno ed è già un ottimo risultato dopo un ultimo trimestre 2014 nero per tutti i negozi”, sottolinea il presidente provinciale di Federmoda Confcommercio Paolo Mantovani. Che i saldi sarebbero stati brillanti lo aveva previsto anche la Confcommercio, che ha attestato intorno alle 396 euro, 5 euro più rispetto al 2014, la spesa media per famiglia.

I consumatori si confermano preparati e attentissimi: “entrano in negozio con le idee chiare - spiega Mantovani-  fanno richieste precise e vogliono tutti i servizi accessori offerti normalmente dal negozio, come i ritocchi della sartoria”.

Tra i capi più acquistati quelli di stagione: maglieria e giubbotti su tutto. Ma vanno molto bene anche le calzature e l’abbigliamento sportivo e tecnico specializzato, complici forse le partenze per la settimana bianca o il proprio hobby preferito.

L’andamento dei saldi risente comunque di una differenza territoriale: se nei centri più importanti della provincia – capoluogo in testa - danno nuovo impulso alle vendite, nei centri minori delle vallate restano sottotono. Del resto, il richiamo più forte per approfittare degli sconti viene proprio dalle città dove l’offerta di negozi è maggiore e più concentrata.

Qualche negoziante in centro storico ha cominciato a sentire la mancanza dei turisti. “Soprattutto gli stranieri sono sempre molto attenti ai saldi -  spiega il responsabile della delegazione aretina di Confcommercio Cristiano Beligni - nei giorni dell’Epifania sono stati soprattutto i turisti d’Oltralpe ad animare lo shopping in centro con acquisti anche molto corposi: scarpe, soprattutto, ma anche abiti e giacche per riportare a casa un po’ dello stile italiano”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno