Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:12 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Devastanti incendi in Texas: chiuso l’impianto di armi nucleari vicino ad Amarillo

Attualità mercoledì 13 luglio 2022 ore 15:16

Where Are U, l'app per escursioni sicure

La Asl sud est invita tutti a scaricare questa applicazione sui cellulari per poter essere rintracciati in caso di bisogno



SIENA — È tempo di vacanza, di escursioni, di viaggi a volte in territori sconosciuti. La Toscana vanta paesaggi e mete meravigliose a volte difficili da localizzare; affinché ognuno possa vivere le proprie vacanze in serenità, il consiglio dell'Asl Toscana sud est è quello di scaricare l’app Where Are U.

“L’estate è momento di vacanza e spensieratezza per eccellenza, - dichiara Massimo Mandò direttore del Dipartimento Emergenza/Urgenza dell'Asl Toscana sud est, - ma è anche un periodo in cui ci sentiamo più liberi di vivere esperienze all’aria aperta e mettendo alla prova le nostre capacità fisiche. Tra i consigli che mi sento di dare a tutti per vivere questo periodo in massima tranquillità c’è quello di scaricare nel proprio smartphone la app Where Are U che consente a noi del mondo dell’emergenza, e non solo sanitaria, di geolocalizzare la persona in tempo reale qualora dovessi aver bisogno di aiuto.
È importante che questa tecnologia sia più diffusa possibile. Da qui si può comporre direttamente il numero unico di emergenza 112 e l’operatore che risponde, indirizza in pochi istanti verso la centrale di cui c’è bisogno, sia sanitaria o forze dell’ordine.
Attraverso l’utilizzo dell’app, chi risponde alla richiesta di aiuto la persona viene geolocalizzata direttamente, risparmiando minuti preziosi per l’arrivo dei soccorsi sul posto”.

Il sistema di sicurezza previsto permetterà ad un operatore specializzato nell’emergenza sanitaria di inquadrare il problema e invierà le coordinate al collega sul campo. Questo permetterà ai soccorsi di partire immediatamente e verranno aggiornati in tempo reale sulla posizione e situazione della persona.

L’app Where Are U consente di chiedere aiuto anche nel caso in cui non si fosse in grado di parlare, attraverso un sms o la cosiddetta “chiamata muta”, in cui l’operatore in ricezione provvede a mandare i soccorsi grazie alla geolocalizzazione diretta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno