Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Parkinson e cecità, mi lasciate in pace almeno quel giorno?»: il videomessaggio di Mollica e la reazione commossa degli amici vip

Politica venerdì 20 marzo 2015 ore 16:51

Regionali, a destra spunta il candidato Bianconi

Il deputato fittiano di Forza Italia annuncia che correrà da governatore se la Lega sarà alleata con gli azzurri. E su Twitter già dialoga con Borghi



FIRENZE — A due mesi e mezzo dalle elezioni regionali il centrodestra toscano non ha ancora sciolto le riserve sul suo candidato. Al momento in pista ci sono ufficialmente due pretendenti (Claudio Borghi della Lega e Giovanni Donzelli di Fdi) con un terzo (Giovanni Lamioni nato dall'alleanza tra Forza Italia e Ncd) apparentemente destinato a tramontare definitivamente.

Eppure ecco arrivare anche il quarto nome, rispondente a quello di Maurizio Bianconi, deputato aretino e "fittiano" di Forza Italia. Che nel corso della 'Rassegna Stampa' edl Tgt ha ammesso di essere pronto a scendere in pista. "Se Claudio Borghi si allea in Toscana con Forza Italia oggi come oggi un certo tipo di elettori di centrodestra rimangono senza rappresentanza e, quindi, sarò obbligato a presentarmi".

Insomma, tutto dipenderà dagli accordi che Berlusconi e Salvini sottoscriveranno a livello nazionale. "Se la Lega rimane fuori da questo schifo - ha proseguito - non è escluso che gli elettori possano trovare rappresentanza lì. Se non si allea con Forza Renzi noi uno sbocco ce l'abbiamo. Se si allea con Forza Renzi bisogna trovare 12.500 firme e c'è bisogno che io mi candidi e cercare di prendere almeno il 6% per tenere viva questa fiamma".

Borghi e Bianconi, intanto, si strizzano l'occhio via Twitter. "Il ragionamento di Bianconi ha una sua logica" esordisce il candidato leghista. "Se tutto rimane com'è io ci sono - replica subito l'esponente fittiano - Se vendono la pelle della Toscana per il Veneto diventa legittima difesa". Borghi allora precisa: "Noi non si vende nulla. Ho apprezzato e ringrazio". E Bianconi, di rimando: "Fatti valere. Sei utilissimo. Vorrei cominciare coi miei a lavorare con te come è l'accordo. Ma a Roma con questo Veneto...". La chiosa, infine, è ancora per il candidato del Carroccio: "Va spiegato che con questa legge elettorale la coalizione non serve a nessuno, occorre presentare un'ampia scelta per abbassare la percentuale del PD".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno