Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:59 METEO:AREZZO18°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Cronaca lunedì 13 marzo 2023 ore 19:10

Immigrazione clandestina nel giro di finte badanti

buste paga false

Sono 3 le persone arrestate e 8 gli indagati nell'operazione condotta dalla guardia di finanza. Perquisizioni in Toscana, Lazio, Abruzzo e Lombardia



PROVINCIA DI SIENA — E' di tre persone agli arresti domiciliari e otto indagati in tutto per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina il bilancio di un'indagine che vede una società operante nel Senese al centro di un giro di finte badanti teso all'ottenimento del permesso di soggiorno.

A scoperchiare il meccanismo che ha portato a perquisizioni oltre che in Toscana anche in Abruzzo, Lazio e Lombardia è stata la guardia di finanza in un'inchiesta coordinata dalla procura di Siena. La società avrebbe fornito false documentazioni dalle assunzioni alle buste paga in cambio di compensi fino a 4.000 euro. 

Dal Maggio 2021 ad oggi sono state individuate 347 assunzioni di badanti stranieri, uomini e donne, effettuate in questa modalità. Solo 58 fra loro, infatti, sono risultati realmente impiegati.

Quattordici le perquisizioni effettuate nei giorni scorsi dalle Fiamme Gialle nelle province di Siena, Firenze, Arezzo, Mantova, Viterbo e L'Aquila. Il grosso dei falsi badanti è risultato provenire dalla Tunisia, dove era stato aperto uno dei conti correnti su cui venivano trasferiti i proventi dell'attività illecita. Coinvolta nelle indagini anche l'Interpol.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno