Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità sabato 09 settembre 2023 ore 17:15

La Toscana sostiene il cinema, 3 milioni di euro a fondo perduto

Per la prima volta in arrivo un bando che prevede un investimento regionale dedicato all'industria del grande schermo e all'audiovisivo



TOSCANA — Il grande schermo attrae grandi e piccini, è un mondo decisamente magico che genera relax ma anche riflessione. E per la prima volta in Toscana lo sviluppo dell’industria del cinema e dell’audiovisivo nel 2023 può contare su un Fondo dedicato di 3 milioni di euro. Vi si potrà accedere tramite un bando pubblico specifico che darà sovvenzioni a fondo perduto e che è stato presentato in anteprima alla 80esima Mostra del Cinema di Venezia.

Finanziato grazie ai fondi FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2021-2027 – Azione 1.3.5: “Sostegno alle imprese culturali”, il bando ha l’obiettivo di sostenere le produzioni cinematografiche e audiovisive, italiane, europee e extra-europee, che generino ricadute positive sul territorio. Quindi punta al rafforzamento, alla crescita e alla competitività delle MPMI toscane che operano nel settore; alla valorizzazione delle professionalità tecnico-artistiche toscane impiegate nel comparto audiovisivo; vuole favorire l’attrattività in Toscana di società del settore cinema, europee ed extraeuropee, che attivino progetti di produzione e co-produzione internazionale; così come vuole promuovere il “Valore Toscana” nelle produzioni e valorizzare il patrimonio artistico, culturale, naturalistico e paesaggistico toscano.

“Sono orgoglioso di annunciare che la Toscana per la prima volta presenta un suo bando per le produzioni cinematografiche - ha detto il presidente Eugenio Giani - un bando nato per promuovere l’industria dell’audiovisivo ma al tempo stesso per valorizzare uno dei modi più
belli di raccontare la nostra terra, il cinema, arte antica e contemporanea che con la Toscana ha una lunga storia d’amore. Questo traguardo è stato raggiunto grazie alla collaborazione tra presidenza, uffici del settore Cultura e quella consueta della Film Commission.
Concludo evidenziando le premialità che mi stanno a cuore, come le pari opportunità, l’inclusività, l’attenzione all’ambiente e la valorizzazione delle aree interne che possono essere raccontate e riscoperte”.

Le risorse, che saranno assegnate, sono così articolate:

• Lungometraggi: 1.800.000 euro
• Documentari: 500.000 euro
• Serialità: 500.000 euro
• Cortometraggi: 200.000 euro


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno