Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO19°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Campi Flegrei, le immagini dei satelliti mostrano la «possibile» causa dei terremoti
Campi Flegrei, le immagini dei satelliti mostrano la «possibile» causa dei terremoti

Attualità giovedì 04 novembre 2021 ore 15:15

Festa 4 novembre, i ragazzi danno voce ai soldati

Alcuni momenti della cerimonia

Commozione alla commemorazione di questa mattina: gli studenti delle medie leggono le lettere dei militari della Prima Guerra Mondiale



CASTIGLION FIBOCCHI — Grande emozione questa mattina a Castiglion Fibocchi per le celebrazioni del 4 novembre - Giorno dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate – che hanno visto protagonisti, oltre alle autorità locali, i ragazzi della III media dell’istituto comprensivo del borgo.

Dopo che l’Arma dei Carabinieri ha deposto al cimitero una corona in onore di tutte le vittime dei due conflitti mondiali, la cerimonia si è spostata in municipio dove gli studenti hanno letto e commentato alcune lettere inviate dai soldati della prima guerra mondiale alle famiglie. 

Introdotti dalla vicesindaca Rachele Bruschi, gli alunni hanno espresso considerazioni e riflessioni, frutto del lavoro svolto in classe insieme all’insegnante di Lettere. “Gli studenti – ha sottolineato Bruschi - hanno esternato le loro emozioni rispetto al 4 novembre, ancorati al passato ma anche dando una visione e un ricordo alle nuove generazioni di quello che è successo cento anni fa”.

Il parroco don Adriano Ralli ha sottolineato come l’intervento dei ragazzi abbia dato freschezza alla commemorazione rendendo moderno uno dei momenti fondamentali della storia d’Italia. La lettura delle lettere è proseguita a cura della vicesindaca che ha poi ricordato la storia del Milite Ignoto – uno dei soldati senza identità morti durante la Prima guerra mondiale, simbolo del sacrificio dei tanti caduti italiani - di cui oggi si ricorda il centenario della sepoltura a Roma.

Ha preso quindi la parola il sindaco Marco Ermini che ha evidenziato l’importanza dal punto di vista storico costituzionale, umano, democratico e liberale del 4 novembre. Dopo il discorso del primo cittadino, la deposizione della corona – alla presenza delle associazioni, dei consiglieri comunali, dei dipendenti comunali, degli alunni e della responsabile del plesso scolastico Laura Cannavò e di don Adriano – sotto la lapide dei caduti di Castiglion Fibocchi della Prima Guerra Mondiale posta in municipio. 

I presenti si sono poi spostati in piazza delle Fiere dove si trova la stazione dei Carabinieri e sono stati commemorati tutti i caduti delle Forze Armate il cui fondamentale servizio – anche sul fronte della pandemia – è stato ricordato dal sindaco Ermini. Anche qui è stata deposta la corona offerta dal Comune oltre al mazzo di fiori dei Carabinieri. La cerimonia si è conclusa con la lettura della poesia del Carabiniere a cura dell’Associazione Carabinieri in congedo e la consegna simbolica del Tricolore da parte del sindaco agli studenti della scuola media. Nell’occasione è stato annunciato che nel prossimo consiglio comunale, che si terrà il 9 novembre, sarà conferita la cittadinanza onoraria al Milite ignoto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno