Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:32 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo yacht extra-lusso si arena su una spiaggia a Formentera
Lo yacht extra-lusso si arena su una spiaggia a Formentera

Attualità domenica 02 agosto 2020 ore 17:46

Riapertura della scuola? No problem

banchi scuola
Foto di repertorio

Una bella sorpresa per alunni e famiglie: l’istituto comprensivo è già pronto e in sicurezza per la ripresa dell’attività a settembre



CASTIGLION FIBOCCHI — Non sarà necessario tirare su pareti in cartongesso per dividere le aule. E non ci sarà bisogno di fare doppi turni o escogitare chissà quali progetti e soluzioni per rendere a norma la scuola in vista del prossimo anno scolastico. L’istituto comprensivo “Giorgio Vasari” di Castiglion Fibocchi è già pronto per la ripresa delle lezioni a settembre. La struttura di via Emilia risponde già ai requisiti per garantire in questa fase post-Covid il distanziamento sociale e la sicurezza degli alunni.

Una bella sorpresa quindi per gli studenti e per le loro famiglie. La certezza che tutto è già a posto e in linea con le norme previste dal governo è arrivata nei giorni scorsi dopo un’ispezione degli ambienti da parte del preside dell’istituto comprensivo e dei tecnici dell’ufficio scuola e tecnico del Comune.

“Venerdì scorso abbiamo fatto un sopralluogo nelle nostre otto classi per valutare e programmare la ripartenza di settembre” spiega l’assessore all’istruzione Rachele Bruschi. “Sinceramente ho tirato un bel sospiro di sollievo a misurare e constatare che le nostre classi sono conformi alle nuove direttive impartite dal governo. Non ci sarà necessità di dividere le classi o di fare doppi turni”. Gli alunni di Castiglion Fibocchi “rientreranno tutti in sicurezza con i ‘vecchi compagni’. Fortunatamente abbiamo quattro ingressi disponibili per evitare gli assembramenti all’esterno al momento dell’ingresso e dell’uscita” aggiunge l’assessore in un post pubblicato sulla pagina Facebook del Comune. “Vista la ‘giungla’ normativa e le conseguenti interpretazioni delle più svariate, ad oggi ce l’abbiamo fatta nella speranza che rimanga tutto così”.

All’amministrazione municipale resta ancora da fare il punto della situazione sul trasporto scolastico e sulla scuola dell’infanzia.“Unica incognita ancora il trasporto scolastico, ma comunque vada non impedirà ai ragazzi di sedersi ai loro banchi di sempre” conferma Bruschi che promette di aggiornare le famiglie quanto prima sulla questione dell’asilo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno