Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO18°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro 2024: il tifoso inglese dorme profondamente e gli piazzano una pinta di birra in equilibrio sulla testa
Euro 2024: il tifoso inglese dorme profondamente e gli piazzano una pinta di birra in equilibrio sulla testa

Attualità mercoledì 21 aprile 2021 ore 18:45

Nessun dolo, incendio colposo nella fabbrica di Valentino

Relazione dei vigili del fuoco consegnata alla Procura: il fuoco è stato scatenato dalla combustione di polveri di lavorazione



LEVANE — Il fascicolo aperto dal pubblico ministero Marco Dioni era per incendio colposo. E i risultati degli accertamenti dei Vigili del fuoco hanno confermato la validità della direzione data fin da subito dalla Procura di Arezzo alle indagini: il rogo che ha distrutto il calzaturificio di Valentino a Levane non è collegato a un gesto intenzionale, doloso, ma è stato causato dalla combustione di polveri di lavorazione

I vigili del Fuoco di Arezzo hanno consegnato ieri il rapporto conclusivo al Pm. Secondo quanto si apprende, le fiamme sono state originate da scintille partite nell’area dove si trovavano depositate le polveri di lavorazione del calzaturificio, fiamme che - nella notte tra il primo e il 2 aprile – si sono poi diffuse in tutto lo stabilimento dell’area industriale di Levane, distruggendolo completamente.

Proseguono intanto le indagini per accertare le cause del rogo che nella notte tra il 9 e il 10 aprile ha parzialmente distrutto il capannone – sempre in via Valiani nell’area industriale della frazione di Bucine – della Lem Industries: in questo caso il fascicolo aperto è per incendio doloso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno