Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:22 METEO:AREZZO11°13°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Cronaca lunedì 31 gennaio 2022 ore 10:15

Bici e smartphone comprati online ma non arrivano

Due ignari compratori vittime di truffe. Per la bicicletta sborsati 500 euro, per il telefono 400 però la scatola è vuota. Denunce dei carabinieri



MONTEVARCHI — Duro colpo al giro delle truffe online, cresciuto con la pandemia, a Montevarchi da parte dei Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno, nello specifico i militari della Stazione di Levane. E due le denunce scattate ad altrettante raggiratrici.

Nel primo episodio tutto è iniziato quando la vittima designata, un appassionatissimo cicloamatore originario del luogo, effettuando delle ricerche su una piattaforma digitale di scambio online di un popolarissimo social network, si è imbattuto nell’inserzione di una bicicletta mountain-bike a pedalata assistita. Considerati i costi elevati, il malcapitato ha accolto con entusiasmo il fatto che nell'annuncio venivano chiesti “solamente" 500 euro, somma che lo stesso ha immediatamente provveduto a bonificare. Salvo poi, attendere invano l’invio della tanto desiderata bicicletta, mai giunta a destinazione.

All'uomo, resosi conto del raggiro, non è restato che rivolgersi ai Carabinieri della Stazione di Levane che, partendo dalle informazioni fornite dalla vittima in sede di denuncia, sono riusciti a ricostruire il circuito truffaldino.  Dopo una serie di accurati accertamenti elettronici e bancari, infatti, gli investigatori dell’Arma sono riusciti a risalire all’identità del probabile truffatore, una donna residente in Campania. La raggiratrice, già gravata da alcuni analoghi precedenti di polizia, è stata denunciata per truffa in stato di libertà alla Procura di Arezzo.

E gli accertamenti condotti sempre dai Carabinieri di Levane hanno consentito di far luce anche su un altro caso simile, relativo ad un ulteriore annuncio di vendita online, pubblicato sulla medesima piattaforma commerciale. Stavolta cambiava il bene offerto in vendita, virando dal merchandising sportivo alle nuove tecnologie. Infatti, in questo caso l’annuncio truffaldino in questo caso riguardava uno Smartphone Apple di ultima generazione

La parte offesa, che successivamente ha denunciato il tutto ai Carabinieri della frazione montevarchina, è stata così indotta a perfezionare un bonifico di 400 euro a titolo di pagamento, salvo poi vedersi recapitare una scatola vuota. Oltre al danno, la beffa. Pure stavolta, però, è andata male alla truffatrice. Si trattava sempre di una donna residente in Campania che è stata a sua volta deferita per truffa a piede libero.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno