Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO10°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità martedì 09 febbraio 2021 ore 11:14

Droga e documenti falsi nel centro di San Giovanni

La stazione Carabinieri di San Giovanni Valdarno

Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini i carabinieri scoprono un’attività di confezionamento di sostanze stupefacenti. Una persona arrestata



SAN GIOVANNI VALDARNO — Nello svolgimento dell’attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Giovanni Valdarno, hanno messo a segno un nuovo colpo investigativo. Stavolta sotto la lente dei militari dell’Arma sono finiti due persone, di nazionalità albanese, domiciliati nel centro storico di San Giovanni Valdarno.

In questa operazione sono risultate determinanti le segnalazioni giunte da alcuni residenti. Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile già da qualche tempo avevano appreso di un costante via vai in una via adiacente il centro storico, soprattutto nelle ore serali e notturne. In alcune occasioni avevano fermato dei soggetti noti per essere abituali consumatori di sostanze stupefacenti, pensando di poter rinvenire qualche dose, trovandoli invece in possesso di somme di denaro in contanti. Gli investigatori avevano quindi ipotizzato che si potessero trovare in zona per acquistare della droga, ed hanno deciso di continuare a monitorare la zona.

Ieri notte i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno notato un soggetto fuoriuscire, con fare circospetto, dal portone di un edificio nel frattempo individuato quale probabile laboratorio per il confezionamento dello stupefacente destinato allo spaccio.

Tale circostanza, unitamente al fatto che l’orario del “coprifuoco” era trascorso ormai già da ore, ha persuaso ancor di più gli operanti a procedere al controllo.

Il giovane, un 25enne albanese con precedenti di polizia, alla vista dei militari ha cercato maldestramente di disfarsi di alcune dosi di cocaina, gettandole a terra. Il gesto repentino non sfuggiva però ai Carabinieri, che prontamente sono riusciti a recuperare lo stupefacente. Immediatamente scattava quindi la perquisizione domiciliare, che fugava ogni dubbio e confermava la sussistenza di una florida attività di spaccio. All’interno dell’appartamento, infatti, è stato identificato un altro pregiudicato albanese, con precedenti specifici, il quale, evidentemente avvedutosi del controllo cui era stato sottoposto il complice, aveva cercato di cancellare le tracce dell’attività di spaccio, gettando lo stupefacente nel water, e un bilancino di precisione nella spazzatura. Ma ciò non è stato sufficiente a fuorviare gli investigatori, che hanno recuperato e sequestrato il bilancino di precisione, nonché, rinvenuti all’interno dello scarico del wc, circa 20 grammi di marijuana. Inoltre, la perquisizione ha consentito altresì di rinvenire e sottoporre a sequestro circa 1400 Euro in banconote di piccolo taglio, due smartphone impiegati per gestire la clientela degli spacciatori, nonché materiale per il confezionamento e per il taglio della cocaina.

A quel punto è scattato inevitabilmente l’arresto in flagranza per il giovane che si era disfatto delle dosi di cocaina, il quale è stato denunciato anche per il possesso di una carta d’identità e di una patente di guida greche, entrambe risultate palesemente falsificate. Per il suo presunto complice è scattato invece il deferimento in stato di libertà.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno