Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:AREZZO19°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità sabato 10 luglio 2021 ore 15:12

Non risponde, scatta l’allarme ma stava dormendo

La Misericordia che doveva accompagnare un anziano a fare il vaccino non riesce a contattarlo e chiama i soccorsi temendo il peggio. E…



SAN GIUSTINO VALDARNO — "Che ci fanno i Carabinieri in camera mia?" È rimasto sorpreso, appena svegliatosi dal riposino pomeridiano, un anziano di San Giustino. Durante il suo pisolino era scattato l’allarme che ha portato i militari ad entrare in casa sua.

Ieri pomeriggio l’uomo doveva recarsi al centro affari di Arezzo per vaccinarsi contro il Covid, per raggiugere la città aveva richiesto il servizio di accompagnamento della Misericordia. Quando è arrivata l’ora dell’appuntamento, i volontari della Confraternita hanno suonato il campanello di casa e non ricevendo risposta hanno provato a chiamare il settantenne al cellulare. Niente da fare, nessuna risposta. E così gli operatori temendo che l’uomo si fosse sentito male in casa, hanno allertato – intorno alle 15 – i Carabinieri di San Giovanni.

Sul posto è stata subito inviata una pattuglia della Stazione Carabinieri di Castelfranco. L’equipaggio ha verificato che l’abitazione esternamente risultava con gli infissi e la porta d’ingresso regolarmente chiusi; gli uomini dell’Arma hanno provato anche loro contattare il signore senza ricevere alcuna risposta

Considerata la situazione, e per il timore che l’anziano si fosse sentito male, è stato richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco per poter accedere all’interno dell’appartamento; nel frattempo è stato anche allertato il 118 nel caso ci si fosse trovati di fronte ad un’emergenza sanitaria. Entrati in casa rompendo il vetro di una finestra, i soccorritori verificavano che l’uomo era nella sua camera da letto, addormentato. Insolito risveglio per il 76enne che dopo un primo inziale stupore ha ringraziato i presenti per le premure scusandosi per l’equivoco e la situazione di preoccupazione che ne era scaturita.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno