Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:03 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La festa dell’Alcione per la promozione in serie C: è la prima volta in 72 anni

Attualità lunedì 29 gennaio 2024 ore 12:17

Si fa musicoterapia nel reparto di oncologia

All’ospedale del Valdarno è attivo Il progetto dal titolo " Musi...curando" realizzato con il sostegno economico dell’associazione ANDOS



VALDARNO - AREZZO — “L’iniziativa della Musicoterapia in oncologia in Valdarno ha preso il via nel 2012 – racconta la direttrice del reparto, dottoressa Simona Scali, quando ancora erano molto poche le esperienze in questo setting di pazienti e prosegue anche quest’anno con successo e soddisfazione. La musicoterapia si aggiunge agli altri servizi che offriamo (estetica in oncologia e agopuntura) nell'ottica dell'umanizzazione delle cure che riveste per noi una grande rilevanza nel prendersi cure del paziente nel senso più ampio del termine”

A coordinare il progetto è il dottor Ferdinando Suvini, musicoterapeuta e psicologo, segue i pazienti in piccoli gruppi ed ogni ciclo di musicoterapia prevede 8 incontri. Quest’anno il Maestro sta proponendo anche l'ascolto di alcuni brani musicali ai pazienti presenti in DH, durante la somministrazione delle terapie.

La musicoterapia è un processo sistematico di intervento ove il terapeuta aiuta il paziente a migliorare il proprio stato di salute, utilizzando le esperienze musicali e le relazioni che si sviluppano attraverso di esse come forze di cambiamento.

Si può partecipare al corso facendone richiesta all'accettazione dell’oncologia, vi possono partecipare I pazienti sia in terapia che in follow up.

"La finalità primaria della musicoterapia in oncologia - conclude Scali-è quella di migliorare la qualità di vita dei pazienti contribuendo ad alleviare i sintomi, indirizzando i bisogni psicologici, offrendo supporto e conforto, facilitando la comunicazione e incontrando i bisogni della persona. Si propone come un intervento integrato alle essenziali terapie mediche e farmacologiche e si inserisce nel piano di cura per alleviare i sintomi psicologici connessi alle malattie e agli stati patologici di cui soffrono diverse tipologie di pazienti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno