Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO9°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità lunedì 21 agosto 2023 ore 15:20

Fimer, firmato accordo tra Cda e azionisti

Eugenio Giani e Valerio Fabiani "Un primo significativo passo avanti verso una soluzione della complessa vicenda della Fimer"



VALDARNO — "Un primo significativo passo avanti verso una soluzione della complessa vicenda della Fimer". Questo il commento del presidente della Regione Eugenio Giani e del consigliere per il lavoro Valerio Fabiani all'accordo siglato oggi fra tutti gli attori della vicenda (investitore, Cda, azionista e la stessa Clementy che a sua volta annuncia la revoca della propria offerta).

"Confidiamo - affermano Giani e Fabiani - che a partire da questo accordo si possa finalmente mettere un punto fermo e fare un po' di chiarezza in una vicenda segnata da continui repentini cambiamenti di scenario, ambiguità e divergenze in seno alla governance aziendale che hanno fatto piombare l'azienda in una intollerabile situazione di incertezza fino a mettere a rischio la vita stessa dell'azienda".

A quanto si apprende l'accordo prevede il conferimento immediato di 5 milioni di euro a seguito dell'autorizzazione da parte del Tribunale di Milano. Ulteriori 5 milioni saranno conferiti all'accettazione della nuova procedura concordataria e i restanti 40 milioni all'omologa.

"La Regione continuerà a vigilare come ha fatto fino ad oggi, anche in questi giorni di agosto - avvertono Giani e Fabiani - insieme a Comune di Terranuova Bracciolini e alle Organizzazioni sindacali, continuando a considerare questa azienda una sorvegliata speciale. Attendiamo ora il pronunciamento del Tribunale di Milano sul concordato, ma siamo pronti a chiamare tutti al tavolo per poter finalmente discutere del futuro di questa fondamentale realtà. Lo dobbiamo alle lavoratrici e ai lavoratori, incontrati personalmente innumerevoli volte e dei quali conosciamo bene la tenacia ma anche l'entità dei sacrifici che hanno dovuto sostenere".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno