Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:AREZZO10°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Zingaretti: «Ho scoperto di avere un neo che era un tumore maliglio. Mi sono salvato grazie alla prevenzione»

Cronaca martedì 28 marzo 2023 ore 12:25

Truffa due anziane, denunciato il falso avvocato

Un uomo di 33 anni è stato fermato dai carabinieri ed è accusato di aver architettato e messo a segno la truffa del falso avvocato ai danni di anziani



PONTASSIEVE — Sarebbe l'autore di almeno due truffe ai danni di persone anziane messi a segno nell’aretino nella mattinata di ieri ed è stato fermato sui tornanti della Consuma. Così i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pontassieve hanno bloccato e denunciato un pluripregiudicato napoletano di 33 anni.

L'uomo è accusato di avere architettato la truffa del sedicente avvocato o maresciallo che contatta telefonicamente la persona anziana comunicandole che un proprio congiunto è stato vittima di un incidente stradale con feriti gravi, in conseguenza del quale è trattenuto in caserma, richiedendo il versamento immediato di una cauzione, da consegnare ad un emissario che a stretto giro si presenta a casa del truffato.

Con questo modus operandi ieri mattina sono state raggirate due donne residenti nella provincia di Arezzo, che hanno consegnato denaro e monili al truffatore. 

La tempestiva attivazione delle Stazioni Carabinieri di Subbiano e Poppi e l’immediata attività d’indagine da loro svolta ha consentito l’individuazione di un veicolo sospetto, in fuga lungo la strada della Consuma, in direzione Pelago, dove è stata intercettata da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontassieve. 

L’uomo alla guida, che palesava nervosismo ed insofferenza al controllo, è stato sottoposto a perquisizione sia personale che veicolare,e sono state rinvenute la somma in contanti pari a 3.450,00, numerosi monili in oro, 1 orologio da donna e persino una collezione di monete in argento celebrative dei Giochi Olimpici di Montreal 1976, occultati all’interno dell’automezzo.

Le verifiche eseguite hanno poi consentito di ricondurre tutti i beni sequestrati al provento delle due truffe perpetrate poco prima, alle cui vittime, a conclusione degli accertamenti, sono stati immediatamente restituiti. 

Per l’uomo, gravato da numerosi precedenti, è scattata la denuncia per truffa aggravata e sostituzione di persona in concorso con altri complici, in corso di identificazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno