Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:22 METEO:AREZZO11°13°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Attualità martedì 25 novembre 2014 ore 16:17

Al massimo 25 immigrati ospiti di Badia Petraglia

La decisione è stata presa dal comitato per l'ordine e la sicurezza riunitosi in Prefettura ad Arezzo e aperto al sindaco di Poppi Carlo Toni



POPPI — Il numero è stato ritenuto come limite massimo dalle forze dell'ordine operanti sul territorio e ricalca il modello adottato per altre piccole realtà della montagna casentinese come Chitignano e Montemignaio dove già sono presenti 25 profughi

"I tempi non sono ancora prevedibili - ha detto il prefetto Saverio Ordine - e il tutto è riferito al 2014 anno per il quale ormai siamo agli sgoccioli come numero di persone da ospitare. Per il prossimo anno dovremo attendere le nuove disposizioni". 

L'operazione è comunque legata al privato, il proprietario di un albergo a Badia Prataglia, che aveva dato la disponibilità ad accogliere fino a 100 immigrati nel suo hotel e che potrebbe a questo punto anche rinunciare non ritenendo sufficienti le coperture economiche offerte dalla cooperativa che si è aggiudicata l'appalto per la gestione della sistemazione dei profughi. 

Moderatamente soddisfatto il sindaco di Poppi - "Puntavo a un numero minore ma pazienza".

Il comitato dei commercianti e abitanti di Badia Prataglia, alcuni dei quali stamani si sono ritrovati davanti alla prefettura, ha invitato tutti a partecipare al consiglio dell'Unione dei Comuni del Casentino aperto alla cittadinanza in programma a Poppi giovedì  alle 21.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno