Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO20°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità giovedì 05 ottobre 2023 ore 14:57

Acli, apre sportello di ascolto per le dipendenze

Il nuovo servizio nasce dalla sinergia tra la onlus fiorentina Gruppo 13 e le Acli di Arezzo. Il centro attivo dal 10 ottobre in via Margaritone



AREZZO — Uno sportello per fornire ascolto e supporto per le dipendenze. Il progetto nasce dalla collaborazione tra le Acli di Arezzo e la onlus fiorentina Gruppo 13 che, a partire dal 10 ottobre, attiveranno un centro rivolto a ragazzi e adulti affetti da dipendenze per strutturare un percorso motivazionale e psicologico di recupero e di reinserimento sociale in affiancamento alla famiglia. Il servizio, rivolto a ogni tipologia di dipendenza (quali droga, alcool e gioco), nasce dalla verifica della crescita di casi anche sul territorio aretino e verrà fornito gratuitamente tutti i martedì dalle 9.30 alle 12.30 dalla presenza di un operatore in via Margaritone 13. «Questo punto di ascolto - spiega Luigi Scatizzi, presidente provinciale delle Acli, - testimonia la missione sociale delle Acli di sostegno verso le situazioni di bisogno. Le dipendenze sono spesso accompagnate da sentimenti quali vergogna e solitudine che comportano difficoltà nel chiedere aiuto, nell’affidarsi e nel superare il problema, dunque il servizio attivato con la Gruppo 13 vuole provare a superare questi ostacoli costituendo un centro in città dove ottenere risposte con prossimità, gratuità e riservatezza».

Lo sportello per il recupero dalle dipendenze era già stato organizzato in passato dalle Acli e dal Gruppo 13, diventando un punto di riferimento per molteplici situazioni di difficoltà. La volontà è stata ora di riattivare questo servizio con l’esperienza e le professionalità dello stesso Gruppo 13 che, costituito negli anni ‘80 da genitori con finalità di auto-aiuto, accoglie già a Firenze un numero significativo di soggetti e di famiglie provenienti anche dalla provincia di Arezzo e che è un referente per la Toscana per San Patrignano. Questo servizio, dunque, ambisce a intervenire nelle situazioni di dipendenza e a fornire un supporto per superarle con la prospettiva dell’eventuale accompagnamento e ingresso in comunità, mentre per un recupero globale della persona saranno coinvolte anche le famiglie attraverso la previsione di paralleli percorsi di sostegno, aiuto e condivisione. La promozione dello sportello avverrà anche in sinergia con le associazioni del territorio, tra cui i circoli delle Acli che, con il loro operato quotidiano, configurano le cellule che permetteranno al Gruppo 13 di intercettare le diverse problematiche sociali su cui andare a intervenire per un servizio sempre più rispondente ai reali bisogni locali. «La precedente esperienza ad Arezzo - commenta Annamaria Carletti, presidente del Gruppo 13, - ha evidenziato l’importanza di garantire un punto di ascolto, di orientamento, di supporto, di recupero e di reinserimento, soprattutto per una fascia giovanile che è apparsa come quella maggiormente colpita dal problema delle dipendenze. Il servizio, dunque, rappresenta una risposta concreta a un bisogno reale di un territorio a cui vengono poste a disposizione le professionalità maturate in tanti anni dalla nostra onlus».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno