Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:AREZZO18°34°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Le anguille sgusciano via dalla stiva e scappano sulla pista d'atterraggio dell'aeroporto di Vancouver
Le anguille sgusciano via dalla stiva e scappano sulla pista d'atterraggio dell'aeroporto di Vancouver

Attualità lunedì 25 luglio 2016 ore 18:00

Acquisto di un'ambulanza, la Lilt ringrazia

Una donazione importante è arrivata dalle offerte raccolte durante un funerale. Cipriani: "Gesti di grande attenzione verso la nostra attività"



AREZZO — L'unità mobile della Lilt sta diventando realtà anche grazie al sostegno della città di Arezzo. La sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori nelle prossime settimane si doterà di un'ambulanza che rappresenterà il principale strumento per avvicinare i cittadini e per sensibilizzarli verso l'importanza della prevenzione oncologica; per la realizzazione di questo mezzo ha potuto fare affidamento sulla vicinanza e sul supporto di alcuni privati. 

L'ultimo ringraziamento è rivolto alla famiglia Giaccherini che, in occasione della scomparsa del caro Giuseppe, ha deciso di donare alla Lilt tutte le offerte raccolte nel giorno del funerale presso la chiesa di San Leo. Mediatrice di questo gesto di beneficenza è stata la nipote Sara Parigi, vicina all'associazione in qualità di volontaria della Banda dei Piccoli Chef. Il ricavato di questa donazione, circa 600 euro, ha rappresentato per la Lilt un prezioso aiuto per sostenere il forte investimento per l'acquisto dell'unità mobile che, di conseguenza, sarà arricchita sul proprio fianco anche con un ricordo di Giuseppe Giaccherini. 

«Questi gesti di sensibilità e di attenzione da parte dei privati - spiega il presidente Ivan Cipriani Buffoni - indicano la vicinanza della città verso la nostra azione di prevenzione e l'intenzione di voler combattere tutti insieme lo spettro del cancro. In questo senso, l'unità mobile ci permette di muovere un importante passo in avanti per presidiare il territorio e per rendere la prevenzione oncologica veramente a portata di tutti».

Questa ambulanza, dotata anche di una pedana per gli invalidi, sarà strutturata come una vera e propria postazione medica. L'obiettivo è di rendere l'associazione attiva 365 giorni all'anno e non solo in occasione delle campagne nazionali della Lilt, partecipando alle principali iniziative del territorio con attività legate alla prevenzione primaria (attraverso la sensibilizzazione alle più corrette pratiche quotidiane) e alla prevenzione secondaria (attraverso visite e screening oncologici).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno