Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto

Sport domenica 07 gennaio 2018 ore 11:38

Addio Angelillo, l’angelo dalla faccia sporca

Attaccante di Inter, Roma e Milan, fu primatista di reti segnate in serie A a 18 squadre. Guidò l’Arezzo della promozione in B



AREZZO — E' morto all’ospedale Le Scotte di Siena Antonio Valentin Angelillo, ex attaccante di Inter, Roma e Milan, e primatista di reti segnate in un campionato di serie A a 18 squadre, con 33 gol. 

Il decesso è avvenuto venerdì scorso, 5 gennaio, ma la notizia era stata tenuta nascosta per volere della famiglia. 

L'ex 'angelo dalla faccia sporca' della nazionale argentina, che viveva da anni ad Arezzo, era arrivato al pronto soccorso del policlinico il 3 gennaio ed era rimasto ricoverato nella struttura. Aveva 80 anni.

Angelillo, naturalizzato italiano grazie alle origini lucane del nonno, era nato a Buenos Aires, 5 settembre 1937.

Nell'estate 1957 l'arrivo in Italia, all'Inter. Chiusa la carriera di calciatore, dopo aver vinto anche uno scudetto con il Milan dove era arrivato nel 1965, aveva iniziato quella di allenatore: proprio con l'Arezzo, la città toscana dove viveva, ottenne i maggiori risultati vincendo una coppa Italia di C e portando gli amaranto in serie B. 

Da Arezzo, quando aveva chiuso anche come tecnico, Angelillo aveva lavorato come osservatore per l'Inter: a lui si deve, tra l'altro, l'arrivo di Javier Zanetti in nerazzurro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno